AC ZEVIO    –           AC      TREGNAGO                                  1          –           0

Zevio: Lanza, Taddei, Vallani, Zenari (43’pt Ottocento), Bressan, Scolari, Baldassarre, Lima da Silva, Rognini (23’st Esposito), Cherubin (35’st Ciocchetta), Pretto (15’st Terza) Allenatore: Sorgente

Tregnago: Scolaro J., Martella, Tagliapietra (1’st Spinelli), Baccaro, Scolaro F., D’Ambrosio, Castagna, Gecchele, Tagliapietra. Dal Forno, Saggioro. Allenatore: Laperni

Arbitro: Cazzavillan di Vicenza

Reti: 29’pt Baldassarre

L’AC Zevio e l’Ac Tregnago, reduci da due successi ed appaiate in classifica a 5 punti, sono chiamate oggi alla prova del “nove” per dare continuità al loro cammino nel campionato di 1 Categoria – girone B.Sfida nella sfida per Mister Sorgente che nello scorso campionato sedeva sulla panchina gialloblù. The Game starts. Gli ospiti partono con il piede schiacciato sull’accelleratore e già al 3’ si rendono pericolosi con la punizione dal limite di Gecchele ma il tiro finisce alto di non molto. I gialloblù premono, i bianconeri ribattono colpo su colpo. 9’: Rognini cerca e trova Cherubin, che viene atterrato in area. L’Arbitro ben posizionato decreta il penalty. Vibranti proteste in campo ma soprattutto sugli spalti da parte dei tifosi ospiti per il rigore concesso. Di tutt’altro avviso i sostenitori locali, pronti a giurare su una pila di bibbie della corretta decisione del Direttore di gara. Si incarica del tiro Rognini che, ahimè, centra il pennone del tricolore posto a baluardo dello Stadio Comunale Todeschini. Tutto da rifare. Il Tregnago aumenta i giri e la nitida palla goal di Castagna è appena sopra la traversa. Ci riprova un minuto dopo Baccaro, ma l’infida punizione viene deviata dalla barriera. Rognini, sull’altro fronte, si mette in proprio: prima guadagna un angolo poi, sugli sviluppi dello stesso, di testa mette di un niente a lato Adesso sono gli ospiti che sembrano aver smarrito il bandolo della matassa. Cherubin impegna severamente Scolaro J., che in tuffo dice di no. E’ il preludio del goal: Cherubin mette al centro dell’area un pallone insidioso, Scolaro J. smanaccia, la palla che rimane li e Baldassare è il più lesto di tutti e con una semirovesciata trova il vantaggio. I gialloblù accusano il colpo e Pretto si vede negare da Scolaro J. un goal che poteva essere ricordato negli annali del calcio. Gli ospiti si destano con Castagna che dal limite per un pelo non trova la giocata vincente. Sulla punizione senza alcun esito di Dal Forno l’arbitro dice che può bastare e manda tutti negli spogliatoi.Si riprende e gli ospiti partono subito forte: evidentemente Mister Laperni ha toccato le corde giuste dei propri giocatori. Il Tregnago nei primi minuti confeziona infatti corner su corner, che però non portano ad alcun risultato apprezzabile. Pretto sul fronte opposto ci prova ma senza fortuna. Il cronometro corre veloce e i gialloblu piantano le tende nella metà campo dello Zevio, che fatica a ripartire. Lanza, sempre molto attento, si supera in un paio di parate plastiche.  Ora è un autentico assedio: i bianconeri, però, costruiscono una diga insuperabile sulla trequarti, affidandosi poi a veloci ripartenze. Esposito scalda i guantoni a Scolaro J. che blocca in due tempi. Il minuto buono per gli ospiti potrebbe essere il 76’, ma la punizione magistralmente calciata da Gecchele si stampa sul palo. Tregnago sfortunato. Siamo al tramonto dell’incontro. 3 i minuti di recupero concessi. Punizione da poco fuori dall’area dello Zevio, colpo di testa di Scolaro F. che si infrange sulla rete di recinzione e con esso i sogni di poter pareggiare le sorti del match. Game over: Ac Zevio “IN”, Ac Tregnago “OUT”.

FZ

Leave a comment