Ronco All’Adige 24 febbraio 2018, ore 15.00.-

U.S. Albaronco ASD-A.C. Zevio 1925

Formazioni:-

U.S. Albaronco ASD:- 1) Bombasini, 2) Ferrari, 3) Turati, 4) Elia, 5) Rugolotto, 6) Ennassiri, 7) Vallerin, 8) Orlandi, 9) Bombasini, 10) Casalini, 11) Korry, 12) Ambroso, 13) Micheletto, 14) Xhafa, 15) Lovato, 16) Carreri. All.Bongiovanni

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Nordera, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 7) Larosa, 8) Pala, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 13) Crivelli, 14) Marconcini, 16) Caliari, 19) Guarise. All.Benini

Dopo il pareggio interno contro il Lugagnano di quindici giorni fa, gli esordienti secondo anno, vincendo sul campo dell’Albaronco, tornano a fare bottino pieno.

In un bel pomeriggio di sole, i padroni di casa in maglia verde-amaranto ed in nostri ragazzi in maglia bianconera a strisce orizzontali, hanno dato vita ad una vera propria battaglia, resa ancora più esaltante dal terreno di gioco, ridotto dalle piogge degli ultimi giorni, ad un vero e proprio pantano.

Sin dalla prima serie degli shoot out, si è capito che gli esordienti erano scesi in campo molto concentrati e con un solo obiettivo nella testa e cioè quello della vittoria.

Infatti, a differenza di quasi tutte le precedenti uscite stagionali, dove in questa specifica prova di abilità, le soddisfazioni erano state veramente poche, la prima serie degli shoot out veniva nettamente vinta dai nostri esordienti .

Iniziava quindi il primo tempo e dopo neanche un minuto di gioco, i bianconeri sbloccavano il risultato e si portavano in vantaggio.

Conseguentemente, i nostri avversari sembravano quasi storditi e le occasioni da gol per i nostri ragazzi, continuavano a susseguirsi, alcune di esse veramente clamorose, senza però concretizzarsi.

Venivano colpiti due pali da posizione ravvicinata, per ben tre volte i nostri attaccanti si presentavano da soli davanti al portiere avversario, ma in tutti e tre i casi non riuscivano a batterlo; un’altra occasione clamorosa veniva sprecata da un nostro attaccante, il quale all’altezza del dischetto del calcio di rigore, dopo aver controllato in modo perfetto il pallone, calciava appena sopra la traversa della porta avversaria.

Ma come spesso succede in questo bellissimo gioco, in una delle rarissime occasioni in cui i nostri avversari riuscivano ad impensierire la nostra difesa, raggiungevano il pareggio con un tiro molto ben assestato dal limite dell’area, da parte di un loro attaccante.

L’immediata la reazione dei bianconeri al pareggio subito, li portava ad occupare immediatamente la metà campo avversaria, e nel giro di pochi minuti riuscivano a portarsi nuovamente in vantaggio.

Ma ancora una volta, i padroni di casa, anche grazie ad una distrazione collettiva della nostra difesa, all’ultimo istante del primo tempo, riuscivano a liberare un loro attaccante da solo in area, che  batteva comodamente il nostro portiere; il primo tempo si chiudeva quindi sul risultato di parità.

Veniva quindi eseguita la seconda serie degli shoot out, che vedeva nuovamente gli zeviani battere gli avversari e portarsi così in vantaggio, nel computo complessivo della gara.

Il secondo tempo, era praticamente senza storia e veniva largamente vinto dai bianconeri, che stavolta non concedevano nulla agli avversari, mantenendo la porta inviolata.

Conseguentemente, visto l’esito degli shoot out e del primo tempo, gli esordienti vincendo la seconda frazione di gioco, si aggiudicavano con un tempo di anticipo, la vittoria finale dell’incontro.

Nel terzo e conclusivo tempo, nonostante la vittoria già conquistata dai bianconeri, le due squadre continuavano  a darsi battaglia sul campo e gli ospiti passavano in vantaggio verso, la metà della frazione di gioco, ma i verde amaranto, avevano comunque una bella reazione e riuscivano a pareggiare, sul finire della gara.

Concludendo, vanno fatti i complimenti a tutti i ragazzi scesi in campo, non solo per la vittoria della partita, ma per il grande sforzo fisico fatto, giocando su un campo veramente pesante e contro una squadra dimostratasi agonisticamente molto  valida e pronta a vendere cara la pelle,  cosa che  ha però esaltato conseguentemente, anche le grandi qualità caratteriali, di tutto il gruppo.

Complimenti ancora a tutti veramente….

Stefano Leucci

 

 

 

 

Leave a comment