Pulcini 2007.
Legnago Salus – AC Zevio 1925      Sabato 16 dicembre 2017 ore 15:00
Giornata illuminata da un tiepido sole a Legnago su un campo da gioco … su un campo verosimilmente definito campo da calcio. I ragazzi appaiono svogliati , poco ricettivi alle indicazioni impartite dal Mister. Il gioco latita e la palla non gira come dovrebbe, ciò a vantaggio degli avversari che approfittano dello stato confusionale dei bianconeri per chiudere in vantaggio un primo tempo spento. Gli avversari sono alla nostra portata, ma i ragazzi dello Zevio non sembrano avere voglia di vincere, la palla rimane spesso attaccata ai piedi, sistematicamente strappata dagli avversari molto più grintosi, evitando di servire il compagno smarcato e di andare verso la porta avversaria per concludere.
Un secondo tempo privo di emozioni da entrambe le parti. Neanche il supporto di tre compagni dell’annata 2008 contribuisce a dare una spinta a far meglio. Si vede un lieve impegno e qualche lampo di gioco; a metà della frazione di gioco Roncolato salta un avversario ed effettua una passaggio a Santinello che in velocità, davanti al portiere, conclude di poco a lato. I soliti interventi provvidenziali del nostro numero 1 fanno si che il risultato della seconda parte di gara rimanga in pareggio.
Si apre la terza frazione di gioco con qualche barlume di grinta, ma il gioco continua a latitare. La difesa spesso va in affanno perché non riesce a trovare compagni che si liberano per ricevere la palla, e contestualmente fa fatica ad uscire dalla nostra metà campo perché i ragazzi scelgono la soluzione personale e non il passaggio. Agguantiamo il pareggio con un tiro su punizione di Roncolato. Il goal sembra dare una scossa alla squadra, ma è solo illusione.
Anche l’ultima frazione si conclude in pareggio senza grandi sussulti in cerca del gioco che non vuole farsi vedere. Prestazione inadeguata in riferimento a quello che i ragazzi sanno fare e che dimostrano in allenamento, ma che in partita, chissà per quale arcano mistero, non mettono in pratica.
Ora con la pausa natalizia ricarichiamo le batterie e iniziamo un nuovo anno con lo spirito giusto. Godiamoci il meritato riposo trascorrendo con serenità tra gli affetti familiari, le imminenti festività con l’augurio che il nuovo anno sia foriero di soddisfazioni e di vittorie che siamo certi arriveranno.

Rino Paolella

Leave a comment