Pulcini 2007.

U.S.D. Nuova Cometa: Davide Cordioli, Francesco Guandalini, Giacomo Simionato, Riccardo Leonardi, Federico Lanzarotto, Matteo Badia, Andrea De Guidi, Osamudiamen Harrison, Riccardo Scotti, Mattia Martini, Vito Ignomeriello, Luca Paul Andrei, Martino Lodola, Riccardo Badia, Edoardo Albiero.

A.C. Zevio 1925: Filippo Frigo, Valentino Spada, Gabriel Carcereri, Andrea Signorini, Alessio Pernigotti, Sudeij Shehi, Eriko Osmani, Kevin Spada, Matteo Santinello.

Calcio o lotta nel fango? Più la seconda che il primo. Almeno a vedere le foto, che parlano da sole. Il rettangolo di gioco (si fa per dire) è quello di Santa Maria di Zevio, dove domenica 18 marzo 2018 alle ore 10:00, si è giocata la gara di Campionato primavera dei Pulcini 2007, girone 2 fra i padroni di casa dell’U.S.D. Nuova Cometa e gli ospiti dell’A.C. Zevio 1925. La pioggia caduta copiosa nei giorni precedenti la gara ha reso il terreno una vera e propria risaia. Più fango che terra. Giocarci sopra è impossibile, ma purtroppo,  in questo periodo il protagonista assoluto è sicuramente il maltempo e rinviare di continuo le gare mette in crisi le società sportive. Equilibrio precario, piedi che affondano nel fango, impossibilità nel fare due passaggi di fila. Eppure si è giocato. “The show must go on”.
Guardando le foto ognuno potrà farsi una propria idea, ma quanto accaduto ci dà lo spunto per evidenziare come su certi campi, quando arriva l’inverno, sia praticamente impossibile giocare. A rimetterci è lo spettacolo, ma anche per chi scende in campo il rischio di infortuni è molto elevato. Tralasciando le condimeteo e la praticabilità del terreno di gioco il derby tra le due compagini presenti in campo è sempre molto sentito sia dagli atleti che dai rispettivi supporters. La parola d’ordine è Vincere! La gara ha inizio ed è evidente che il gioco fa fatica a prendere una forma, ma di sicuro i bianconeri ci mettono l’anima ed il fisico lottando su tutti i palloni. I padroni di casa in tenuta gialloblu presentano una formazione ad albero di natale con un 3-2-1 mentre gli ospiti con un 2-3-1 in modo spavaldo dichiarano le loro intenzioni di vittoria. Il nostro portiere, come di consueto, fa buona guardia e non vuole per nessun motivo che entri il pallone ed incita subito a gran voce i suoi compagni. Le scarpe rimangono incollate al terreno, ma i ragazzi non mollano, anzi con azioni caparbie cercano di violare la porta avversaria, anch’essa ben difesa. Più che bianconeri la divisa di gioco è marrone, si lotta nel fango con tutte le forze per contendersi la palla. Lo spettacolo oggi non era presente, ma di sicuro è stata evidente la motivazione e lo spirito che i bianconeri hanno messo in campo utilizzando tutto quello che gli viene insegnato negli allenamenti. Partita conclusa in perfetta parità anche se il cucchiaio di Osmani nell’ultima frazione di gioco poteva avere un po’ di fortuna. I Mister sono soddisfatti della prestazione e di come stanno lavorando i ragazzi. Benissimo! Grandi! Forza Pulcini 2007.