Lugagnano di Sona 24 marzo 2018 ore 15.00

Ass. Calcio Lugagnano:- 1) Lugoboni, 2) Fasoli, 3) Gaspari, 4) Chesini, 5) Bou, 6) Spada, 7) Paiusco, 8) Battistello, 9) Micheletti, 10) Pullano, 11) Vassanelli, 12) Domi 13) Volpato. All.Marchesini

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 3) Benetti, 4) Favalli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Pala, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 13) De Domenicis, 19) Guarise. All.Benini

La partita che ha visto oggi in campo i nostri esordienti, opposti a quelli del Lugagnano, non sarà certo di quelle da ricordare per lo spettacolo offerto, cosa dovuta anche al fatto che, praticamente, i valori delle due squadre, si equivalevano.

Infatti, sia il primo che il terzo  tempo, si sono chiusi a reti inviolate e senza particolari emozioni o interventi decisivi da parte dei portieri.

Il secondo tempo, invece, è stato quello in cui i nostri ragazzi, sono riusciti a creare tre buone occasioni da goal, di cui due sono state sventate con ottimi interventi dal portiere del Lugagnano, mentre la terza è stata finalmente concretizzata in rete, per la vittoria della frazione di gioco dei bianconeri; anche i padroni di casa, sempre nel secondo tempo, sono riusciti ad avere la loro occasione da goal sventata in uscita bassa dal nostro estremo difensore.

La prima occasione, è capitata sul piede di un nostro attaccante che, appena dentro l’area, da posizione defilata, ha incrociato un bel tiro a mezza altezza, sul quale il portiere ospite si è prontamente tuffato, riuscendo a deviare la palla in calcio d’angolo.

Poco dopo è arrivato l’unico goal della partita, con un’azione che nell’annata in corso abbiamo già visto tante volte; inserimento verso il cuore dell’area avversaria dell’esterno destro e palla a scavalcare la difesa avversaria, servita con precisione da un nostro centrocampista ed a liberare appunto il nostro esterno, il quale, seppur ostacolato da un difensore avversario nel tentativo disperato di recupero, batte con un tiro secco il portiere avversario in uscita.

La reazione dei padroni di casa, si concretizza con un’azione portata avanti con molta caparbietà,  e che vede  due attaccanti avversari arrivare nella nostra area, ma ostacolarsi tra di loro, favorendo la reattiva e coraggiosa uscita bassa del nostro portiere, che riesce a bloccare la palla, tra le gambe degli avversari.

L’ultima azione degna di nota, di quella che comunque rimane  la frazione di gioco più vivace, giunge quasi allo scadere, quando un nostro centrocampista, riesce a dribblare due volte un avversario al limite dell’area avversaria ed a far partire un gran tiro, che, viene  ancora una volta deviato in calcio d’angolo con un’altra bella parata, da parte  del portiere del Lugagnano.

La prima serie degli shoot out, è stata vinta dagli Zeviani dimostratisi molto più freddi degli avversari e riuscendo a realizzare il doppio dei goal.

La seconda serie invece è stata pareggiata, ma, mentre i nostri esordienti hanno concluso quasi sempre fuori dallo specchio della porta, gli avversari, sono stati bloccati per ben sei volte da interventi del nostro portiere, al quale va gran merito della vittoria complessiva del “gioco di apertura”.

Una nota di merito, va a tutta la nostra difesa, che senza mai andare in affanno, è riuscita a fermare gli avversari ed a costruire gioco dal basso, senza  ricorrere a lanci lunghi o altre giocate “estemporanee”.

Dispiace invece, dare una nota di demerito, ai pur cortesi, ospitali e sportivi padroni di casa, che però hanno fatto disputare una partita del campionato provinciale esordienti secondo anno, con delle porte della misura riservata ai pulcini a 7, peccato, veramente peccato.

Concludendo una vittoria molto importante per i nostri esordienti, contro avverarsi che all’andata sul sintetico di Zevio, erano riusciti portare a casa un pareggio, dimostrandosi, come anche oggi, squadra forte e ben organizzata.

Appuntamento a Lunedì 26 alle ore 18.00 al “Leo Todeschini” di Zevio, per la delicatissima ed importantissima sfida contro il Nogara, valida per il torneo “Citta di Verona”.

Forza ragazzi e forza Zevio !!!!!

Stefano Leucci.