Pulcini 2007.

A.C. ZEVIO 1925-AC MONTAGNANA

Sabato 9 dicembre 2018 ore 16:30

 

Riflettori accesi sul campo del NOI di Zevio in una serata fredda per la sfida amichevole contro una squadra molto forte come quella di AC MONTAGNANA.

L’arbitro da il via alle ostilità, e immediatamente viene alla luce la superiorità degli avversari che con gioco fisico ed aggressivo mettono in difficoltà i nostri ragazzi. Il primo tempo si chiude con un pesante passivo. Pesano le assenze della nostra ala Brangian e del nostro numero uno Frigo, sostituto dal buon Marco che ci mette l’anima e tutta la sua grinta per difendere la nostra porta.

Nel secondo tempo la musica cambia, i nostri ragazzi dimostrano che in campo ci sono anche loro e iniziano a combattere. Nonostante la grinta, i bianconeri soffrono la fisicità degli avversari che picchiano duro, ma questo non impedisce ai nostri gladiatori di combattere senza sosta. Grande sacrifico dei nostri difensori Signorini e Spada Valentino con l’aiuto provvidenziale di Roncolato che hanno tenuto a bada le incursioni avversarie.

I bianconeri nel terza frazione di gioco sembrano prendere coraggio e coscienza che gli avversari sono alla loro portata. Signorini riceve palla dal portiere, salta un avversario e serve di prima Roncolato che con un netto dribbling lascia di stucco l’avversario e serve un favoloso assist a Carcereri che in velocità si libera della marcatura e va a concludere in rete. I bianconeri sono galvanizzati, Spada kevin e Santinello sulle fasce corrono e coprono senza sosta aiutando i compagni nella fase difensiva e supportandoli in quella offensiva. Ultima frazione, i ragazzi sono quasi all’estremo delle forze, ma non demordono. L’armata rossa del Montagnana colpisce duro e a farne le spese per ben due volte è il nostro Osmani che viene atterrato assaggiano il calci avversari. Sfioriamo il secondo goal con Santinello su un cross di Osmani. Gli avversari non fanno più paura come nella primo tempo, i nostri ragazzi ci mettono tutto quello che hanno fino alla fine del triplice fischio. I bianconeri questa sera hanno dimostrato grande maturità e spirito di sacrificio aiutandosi reciprocamente senza remore. In panchina non si sentiva il solito chiacchiericcio ma solo voglia di entrare in campo ed aiutare i compagni.

Finalmente si sono comportati da gruppo; nessuno a criticato nessuno ma tutti si sono dati una mano. E’ con squadre forti che si impara, meglio perdere con squadre forti che vincere contro nessuno.

Questa titanica sfida ha insegnato ai nostri ragazzi che uniti si possono affrontare sfide di ogni genere e questa sera hanno imparato ad essere SQUADRA.

Usciamo da questa sfida arricchiti. Uno per tutti! Tutti per uno!

Forza ragazzi siete grandi.

 

Rino Paolella