Zevio 31 maggio 2018, finale “Devius Cup”.-

Finisce come meglio non si poteva la stagione  2017-2018 per gli Esordienti 2005 e cioè con la vittoria del torneo a loro riservato, organizzato dall’A.C.Zevio nel mese di maggio, presso gli impianti di casa.

Facendo un breve riepilogo del predetto torneo, i nostri ragazzi, hanno giocato quattro partite vincendole tutte, battendo nell’ordine il Montorio ed il Colognola ai Colli nelle qualificazioni, il Concordia in semifinale e l’Audace in finale.

All’ultimo atto del torneo, ha assistito un numeroso pubblico, composto non solo da genitori e parenti dei nostri ragazzi, ma anche da loro compagne e compagni di scuola, nonché da tante altre amiche ed amici Zeviani, cosa che ha conseguentemente reso la loro felicità ancora più grande.

Ma aldilà della bella soddisfazione di giovedì sera, è arrivato il momento del bilancio finale dell’intera stagione per quanto riguarda gli Esordienti Secondo anno dell’A.C. Zevio, bilancio che si può, senza peccare di presunzione, ritenere ampiamente positivo.

Ad inizio stagione, è giunta la novità Federale, che il loro campionato, avrebbe avuto classifica ufficiale, rendendo quindi ibrida, la loro inquadratura come “Scuola calcio”.

Quelli sotto elencati, sono i risultati sportivi conseguiti dai bianconeri.

Vinto il girone invernale ” a 9 ” composto da dodici squadre, superato il girone di qualificazione nel “Città di Verona” con relativo approdo agli ottavi di finale, prima annata a centrare tale obiettivo nella storia dell’A.C. Zevio.

Secondi nel girone primaverile ” a 9 ” entrando di conseguenza a far parte delle dodici migliori squadre della provincia, eliminati dal Chievo Verona nel triangolare che dava l’accesso alle finali, dopo aver battuto il Concordia.

Quarti classificati nello storico torneo “Gaiardoni” di Verona, ove si è aggiunta anche la soddisfazione che come “Miglior Giocatore della categoria Esordienti” è stato scelto e premiato uno dei nostri ragazzi.

Ed infine, come già scritto, la vittoria della seconda edizione della  “Devius Cup”.

Ma aldilà dei numeri e dei risultati sopra elencati, la cosa più importante è stata la crescita avuta dai ragazzi sotto vari punti di vista, non solo quello prettamente tecnico che pure, senza ombra di dubbio, c’è stato. La loro più grande maturazione è probabilmente avvenuta dal punto di vista comportamentale; seri ed impegnati in ogni allenamento, concentrati nelle partite, ove e lo “spirito di squadra”, si è veramente esaltato, riuscendo spesso a sopperire alle carenze numeriche d’organico, soprattutto nella gare ad “11”, con una generosità  veramente encomiabile. Inoltre va sottolineato anche  il reciproco rispetto avuto tra di loro sia nello spogliatoio che in campo, senza che nessuno avesse  mai avuto comportamenti “sopra le righe” o poco rispettosi di compagni ed avversari.

Un grazie “particolare” va ovviamente a chi li ha allenati ed ha saputo intelligentemente guidarli nel percorso descritto, dimostrando indubbie e “superiori alla media” qualità tecniche ed umane.

Un altro grazie va al Direttore del Settore Giovanile, sempre vicino e di aiuto all’annata nei momenti di bisogno, che durante la stagione ci sono “fisiologicamente” stati.

Ed infine un altro doveroso grazie, va a tutti i genitori per l’aiuto “diretto” fornito nel trasporto dei ragazzi per le partite, soprattutto quelle infrasettimanali, per l’organizzazione di “merende”- “terzi tempi” , e per l’aiuto “indiretto” dato tramite l’educazione impartita ai loro figli, grazie alle quale il compito di chi quest’anno li ha seguiti, è stato enormemente facilitato, grazie ancora.

Sicuro che chi l’anno prossimo “erediterà” la nostra squadra saprà sfruttare le solide fondamenta costruite in questa stagione, con un po’ di malinconia… mitigata da tanta soddisfazione …ancora una volta…l’ultima per quest’anno….Forza Ragazzi e Forza Zevio !!!

Arrivederci a tutti all’anno prossimo…

Stefano Leucci