Category Archives: Prima Squadra

Zevio…che Fracasso !!!

ZEVIO1925-BOVOLONE1918 (1-1) 4-2
ZEVIO1925
Pedrelli (80ºSanti), Gerardi, Cherobin (31ºVallani), Scolari, Gianello, Scolaro, Fracasso (85º Pretto), Zenari, Corbo, Poli (64ºBernardi), Cherubin (60ºBaltieri)
A Disp. De Morì, Mainente, Perotti, Lavecchia
All. Christian Piasere
BOVOLONE1918
Greguoldo, Trevisani, Oppido, Strazza, Gasparini, Corsi, Mantovani, Fraccaroli, Zanini, Milanovic, Carollo
A Disp. Faccincani, Padoan, Tardiani, Bissoli, Hamza, Samrani, Fraccaroli, Henri, Dissaderi
All. Devis Padovani
Arbitro: sig. Paolo Zantedeschi sez. di Verona
Reti: 30º Zanini (B), 36º 52º 79º Fracasso (Z), 63º Corbo (Z), 51º Carollo (B)
Parità:
Campionato di 1ª categoria settima giornata, al “Todeschini” arriva il Bovolone, squadra in salute è ancora imbattuta, si presentano in tenuta bianca, mentre i locali in tenuta completamente nera.
Fischio d’inizio e la partita è subito vibrante, il Bovolone è subito pericoloso con capitan Carollo al 5º colpisce la traversa e al 10º calcia a rete ma Pedrelli para, risponde Corbo con un bel tiro, al 30º s’infortuna Cherobin che è costretto al cambio, il direttore non ascolta le richieste dalla panchina il gioco continua nel proseguo dell’azione Zanini porta in vantaggio gli ospiti!
Continuano le proteste per la mancata sostituzione e ne fa le spese mister Piasere espulso dal sig. Zantedeschi,vantaggio dura solo qualche minuto, al 36º bella azione con palla a terra Corbo per Fracasso che in diagonale pareggia.
Nel finale di tempo paratona di Predrelli stile calcetto che nega il gol a Carollo!
Il secondo tempo inizia con i ragazzi di mister Piasere motivati, al 50º Cherubin va vicino al vantaggio, rimandato solo di qualche minuto….calcio di rigore per i bianconeri per atterramento di Cherubin, sul dischetto si presenta Fracasso che con freddezza mette la palla in rete spiazzando Greguoldo ed è vantaggio!
Il raddoppio galvanizza i nostri che continuano a comandare il gioco, al 63º non poteva mancare nel tabellino dei marcatori Corbo ed è 3-1!
Al 79º tutti in piedi per l’eurogol di Fracasso che con un pallonetto dalla trequarti batte per la quarta volta il portiere avversario!
Nel frattempo si scatena un’acquazzone che rende difficili gli ultimi minuti e al
51º Carollo riesce a segnare, tiro da fuori area che batte Santi subentrato per l’infortunato Pedrelli, dopo sette minuti di recupero la partita finisce con una bella vittoria!!!
Bravi tutti e…….FORZA ZEVIO!!!
Ligio

Al “Leo Todeschini” arriva la capolista Audace

Zevio 7 ottobre 2018 ore 15.30 Stadio “Leo Todeschini”.-

A.C.ZEVIO 1925-AUDACE calcio S.MICHELE 3-1 (0-0)

Formazioni:-

A.C.Zevio:- Pedrelli, Gianello, Pretto, De Mori,De Mori Vallani Scolari Fracasso (Gerardi) Zenari Corbo Bernardi (Scolaro) Baltieri (Cherubin).All.Piasere

Audace Calcio:-Melchiori Scartezzini Ortolani (Signori) Gomis, Pia (Cacciatori), Perbelini, Capobianco (Savoia) Cristofoli, Castelli (Mignoli) (Zanella) Gasparato, Menini. All.Ponzini

Marcatori:-1^ st Corbo (Z) 10^ st Fracasso (Z) 16^ st Gasparato (A) 49^ st Cherubin (Z).-

Il terreno si presenta in buone condizioni, temperatura ottimale, buona affluenza di pubblico, insomma gli ingredienti ci sono tutti per assistere ad una buona partita.
Locali in completo bianco, ospiti con maglia nera, pantaloncini rossi e calzettoni neri!
Nel primo tempo le premesse vengono mantenute, veloci scambi palla a terra, buoni fraseggi, il gioco corre veloce con qualche occasione per parte anche se i portieri svolgono un’ordinaria amministrazione!
Nel secondo tempo partenza a razzo dei bianconeri, al 4º ecco l’azione che cambia il risultato, capitan Scolari recupera palla nella nostra tre quarti tocco per Fracasso che lancia in profondità Bernardi che salta l’avversario calcia a rete respinta del portiere sui piedi di Corbo che insacca!
Continua il buon momento dei ragazzi di Piasere, palla sulla destra per Fracasso che salta il proprio marcatore e dal limite calcia in diagonale ed insacca!
Quando la partita sembra in discesa, ecco l’esperienza della capolista, guadagna una punizione dal limite, la batte il n.10 Gasparato e complice una deviazione la palla s’insacca sull’angolo alto.
Ora la partita è vibrante i rossoneri alla ricerca del pari, mettono sotto pressione la difesa bianconera, che agendo di rimessa hanno la possibilità di chiuderla, al quarto di recupero Corbo si fa ipnotizzare dal portiere ma la respinta va a Cherubin che insacca e chiude la contesa.
Bella partita intensa e bella vittoria dei bianconeri, qualche tifoso sussurra: “dai che siamo la mina vagante del girone B….” mah, lo scopriremo nel proseguo del campionato…….intanto FORZA ZEVIO!!!
Ligio

Rosa e Staff Tecnico Prima Squadra Stagione 2018/2019

Staff Tecnico:-

 Allenatore:- Christian Piasere;

Vice Allenatore:- Matteo Brognara;

Team Manager:- Giuseppe Vesentini;

Direttore Sportivo:- Sergio Sandrini;

Preparatore Atletico:- Alessandro Frigo;

Preparatore dei Portieri:- Marco Mainente;

Fisioterapista:- Cinzia Grezzani:

Accompagnatori:- Alberto Longo, Italo Scagno.-

Rosa Calciatori:-

Baltieri Mattia, Verona 10.9.1991;

Begali Filippo, Verona 07.09.1993;

Bernardi Patrick, Verona 29.09.1999;

Bolog Adelin Ionut, Romania 05.01.1999;

Cherobin Oscar, Brasile 15.05.1990;

Cherubin Riccardo, Arzignano 09.11.1996;

Corbo Antonio, Verona, 17.07.1994;

De Mori Alessandro, Soave 09.11.1993;

Fracasso Mattia, Verona 04.10.1996;

Gerardi Pasquale, Erice 26.5.1997;

Gianello Riccardo, Soave 13.08.1997;

Mainente Amedeo, Soave 05.12.1998;

Pachera Enrico, Negrar 29.11.1999;

Padurean Sergiu, Romania 06.09.1999;

Pedrelli Renè Graciano, Brasile 25.11.1988;

Poli Andrea, Verona 24.02.1994;

Pretto Giovanni, Soave 29.03.1997;

Santi Matteo, Soave 07.06.2001;

Scolari Daniele, Zevio 04.05.1983;

Scolaro Francesco, Soave 05.08.1998;

Vallani Pietro, Verona 04.05.2000;

Zenari Giulio, Soave 19.04.1997.-

SL

Poker di rigore

CASALEONE1956-ZEVIO1925 (2-0) 4-1
CASALEONE1956
Loschi, Artioli, Recchia, Magro, Friggi, Thiaw, Pinotti, Isolani, Sarghi (Bianchi), Pasquali (Guerra), Bonfante
A Disp El Mansouri, Donadoni, Tarocco, Baldo, Bozolin, Corradi
All. Crivellente
ZEVIO1925
Santi, Gerardi (Vallani), Cherobin (Padurean), Gianello, Scolaro, Scolari (Baltieri), Poli (Bernardi), Zenari, Mainente (Corbo), Cherubin, Fracasso
A Disp. Pedrelli, Perotti, Pretto, De Mori
All. Piasere
Arbitro: sig. Dall’ Orto sez. di Verona
Reti: Pasquali 3 (2 rig. C), Isolani (C), Corbo rig. (Z)
Partita:
Completo giallo per i locali, maglia bianca pantaloncini neri per gli ospiti.
La partita inizia con buoni fraseggi da parte dei ragazzi di Piasere, più esperti con giocate a palla lunga per la punta Pasquali i “canarini” di mister Crivellente.
La svolta verso il ventesimo, dapprima si erge a protagonista il sig. Dall’Orto che vede un tocco di mani di Cherobin dopo una respinta di Santi, tra l’incredulità generale fischia il calcio di rigore! Pasquali dal dischetto trasforma, qualche minuto dopo lo stesso attaccante raddoppia dopo un batti e ribatti in area.
I minuti terribili si completano con l’ infortunio di Poli, prima dell’intervallo Fracasso colpisce la parte superiore della traversa.
Nella ripresa il canovaccio della partita non cambia, fino al secondo rigore fischiato per i locali, punita l’intenzione di parata su Isolani lanciato in area, freddo Pasquali che porta a tre il suo bottino personale. La partita ormai segnata si trascina, prima della fine altri due squilli, Isolani dopo uno svarione difensivo fa poker e poco più tardi Corbo si procura e trasforma un calcio di rigore anche questo un po’ generoso concesso dall’ incerto direttore di gara.
Al termine il Casaleone si trova in testa alla classifica assieme all’ Audace, mentre i nostri in zona centrale.
Sconfitta contro una squadra esperta, che non deve far perdere la fiducia, naturalmente c’è da lavorare e questo non spaventa……..FORZA ZEVIO!!!
Ligio

 

Prima vittoria interna della stagione

Zevio 23 settembre 2018 ore 15.30
ZEVIO1925-ATLETICO CITTÀ DI CEREA (0-1) 2-1
ZEVIO1925
Pedrelli, Gerardi (Padurean), Cherobin, Bernardi (Pretto), Scolaro, Bolog (Gianello), Poli, Scolari (Fracasso), Corbo, Cherubin, Baltieri (Mainente)
A Disp. Santi, Perotti, Terzi, Nasser
All. Christian Piasere
A.C. DI CEREA
Pozzani, Boscaro, Marconcini, Soave, Tieni, Ghisi, Vesentini, Zonzin, Guandalini, Boscaro, Favilli
A Disp. Patuzzo, Pasquali, Rossato, De Berti, Danieli, Marconcini, Peroni, Vicentini
All. Gustavo Luis Passera
Reti: Guandalini rig. (C), Cherobin (Z), Corbo (Z)
Partita:
Buona vittoria dei ragazzi di mister Piasere, che affrontano il Cerea con il piglio giusto esibendo un buon secondo tempo, ribaltando il risultato!
Maglia bianca, pantaloncini neri per i nostri, maglia granata e pantaloncini bianchi per gli ospiti!
Nel primo tempo partono forte gli ospiti, ed impegnano Pedrelli in paio di occasioni, una leggerezza difensiva porta al fallo di rigore, sul dischetto va bomber Guandalini che spiazza Pedrelli.
Come detto nella ripresa il pallino passa nelle mani o meglio nei piedi dei bianconeri,
i frutti del buon inizio di ripresa si concretizzano con Cherobin che trasforma magistralmente un calcio di punizione con palla che batte sulla traversa e s’ insacca!
Ottima anche l’azione del raddoppio, lancio di Scolaro per Cherubin, dribbling secco ed appoggio per l’occorrente Corbo, che calcia di prima intenzione ne esce un tiro potente che batte il portiere avversario a filo d’erba!
Punti importanti che danno fiducia e fanno alzare il grido….FORZA ZEVIO!!!
Ligio

 

Le barricate del Pozzo reggono sino alla fine

Zevio 16 settembre 2018 ore 15.30 Stadio Comunale “Leo Todeschini M.O.V.M.”
ZEVIO1925-POZZO (0-1) 0-1
ZEVIO1925
Pedrelli, Gerardi, Gianello, Vallani, Scolaro, Scolari, Zenari, Poli, Pretto, Corbo, Baltieri
A Disp. Santi, Padurean, Cherobin, Bolog, Bernardi, De Mori, Fracasso, Mainente, Cherubin
All. Christian Piasere
POZZO
Gobetti, Polato, Personi, Bonturi, Nale, Personi, Leonardi, Gervasato, Kassum, Lapolla, Onofrio
A Disp. De Fanti, Fiorini, Girometti, Ceriani, Passarini, Marcolongo, D’Antonio, Girometti, Abbey
All. Stefano Paese
Arbitro: Geni sez Vicenza
Reti: Kassum 40º (P)
Partita:
Le squadre entrano in campo agli ordini della signorina Geni sez di Vicenza.
Lo Zevio in tenuta nera, mentre il Pozzo in tenuta bianca.
La partita inizia con un buon ritmo e dei buoni fraseggi dei bianconeri, mentre gli ospiti fanno capire subito come sarà il canovaccio della partita, arroccati in difesa e palla lunga per le punte!
In un’azione di contropiede da schema come detto prima, Kassum calcia violentemente è complice una leggera deviazione la palla s’insacca all’incrocio dell’ incolpevole Pedrelli.
Immediata reazione dei nostri, l’occasionissima quasi allo scadere punizione dal limite, calcia capitan Scolari palla all’incrocio sulla destra di Gobetti che con un balzo va togliere la palla dalla porta, tutti gridano al gol… la palla è respinta da dentro la porta (ammissione dello stesso Gobetti a fine partita) ma per l’arbitro tutto regolare.
Nel secondo tempo vani gli attacchi dei ragazzi di mister Piasere, nonostante il ricorso di forze fresche dalla panchina il canovaccio della partita non cambia, i ragazzi del presidente Praga (discutibile la sua performance a fine partita dove caliamo un velo pietoso) difesa ad oltranza e ancor di più palla alla “viva al parroco”!
Azioni degne di nota un palo interno su tiro dell’ ottimo Baltieri, è una paratissima di Gobetti su tiro di Bernardi!
Finale accesso tra falli ammonizioni rigore chiesto e non dato per fallo di mano in rea ospite, le conseguenze sono l’espulsione di Zenari, e al fischio finale altri due rossi per i giocatori del Pozzo!
Partita stregata per i nostri ragazzi, mai demordere e …. FORZA ZEVIO!
Ligio

 

In rimonta è più bello

Cazzano di Tramigna 9 settembre 2018 ore 15.30

U.S.D. Valtramigna Cazzano-A.C. Zevio 1925 3-4 (2-1)

Arbitro Sig.Bronzato di Legnago

Marcatori:- 10^ Pimazzoni (V), 20^ Turozzi (V), 39^ Corbo (Z), 47^ Corbo (Z) 52^ Baltieri (Z) 60^ Corbo (Z) 75^ Turozzi (V)

U.S.D. Valtramigna Cazzano:- Stevanovic, Fedrigo, Benini, Gianello, Pimazzoni, Baldinazzo, Ballarotto, Verze, Lorenzi, Compaore, Turozzi (Cap); a disposizione Fiorio, Bogoni, De Luca, Zarantonello, Pasini, Zambellan, Bartolomioli, Meneghetti.-

A.C. Zevio 1925:- Pedrelli, Gerardi, Gianello, Vallani (De Mori), Scolaro, Scolari (Cap), Zenari, Poli (V.Cap) (Padurean), Cherobin (Bernardi), Corbo,Baltieri (Mainente); a disposizione Santi, Padurean, Cherubin, Bolog, Bernardi, De Mori, Mainente, Perotti.-

Partenza shock per la giovane formazione bianconera all’esordio in campionato sul campo della quotata ed esperta formazione di casa.

Pronti via ed il Valtramigna Cazzano  inizia ad attaccare a testa bassa e già al 5^ minuto, Pedrelli è autore di un intervento miracoloso con un volo plastico sulla sua sinistra, su conclusione avversaria destinata nel sette.

Al 10^ minuto però, sullo sviluppo di un calcio di punizione nei pressi del calcio d’angolo sulla fascia destra d’attacco avversaria, Pimazzoni sfugge alla marcatura della nostra difesa e con un potente colpo di testa batte l’incolpevole Pedrelli.

La reazione dello Zevio non si fa attendere e poco dopo Baltieri con un bel tiro rasoterra da posizione defilata all’interno dell’area,  impegna seriamente Stevanovic.

Al 20^ i padroni di casa raddoppiano in modo alquanto rocambolesco; calcio d’angolo per lo Zevio respinto fuori area dalla difesa avversaria, palla che arriva sulla tre quarti campo sui piedi di Scolari che calcia immediatamente in porta, la palla colpisce un avversario ed il rimpallo si trasforma in un assist per Turozzi, che in più che sospetta posizione di fuori gioco, si invola verso la nostra porta e batte Pedrelli per la seconda volta.

A questo punto sarebbe stato più lecito attendersi il crollo definitivo della giovane formazione Zeviana ed invece i ragazzi di Mister Piasere hanno continuato a giocare come che nulla fosse ed a cercare l’episodio che potesse riaprire la partita.

Il loro atteggiamento, è stato quindi premiato al 38^  minuto, quando Corbo è riuscito a sfuggire all’arcigna difesa avversaria, a saltare Stevanovic in uscita ed a depositare il pallone nella porta vuota.

Sulle ali dell’entusiasmo, lo Zevio dopo circa tre minuti, riesce a costruire il contropiede da cui nasce l’episodio che fa da spartiacque alla gara.

Calcio d’angolo per il Valtramigna respinto fuori area dalla nostra difesa e lancio immediato per Corbo che si presenta nuovamente da solo al limite dell’area avversaria e salta Stevanovic che lo atterra; calcio di punizione dal limite per i bianconeri ed espulsione del portiere avversario.

Entra quindi Fiorio, 12^ del Valtramigna che è subito fortunato, in quanto la predetta punizione dal limite viene calciata da Capitan Scolari il quale con un tiro perfetto colpisce il palo alla sua destra.

Il primo tempo si chiude sul 2-1 per i padroni di casa.

Inizia quindi il secondo tempo ed i bianconeri sono inarrestabili; nel giro di un quarto d’ora, prima Corbo con un gran tiro dal limite dell’area realizza il goal del 2-2, poi Baltieri su “imbucata” di Scolari in area con un tiro a fil di palo realizza il goal del sorpasso e poi ancora Corbo con un’altra bella conclusione appena dentro l’area, realizza il goal del 4-2 che sembra chiudere i giochi.

Ed è qui invece che viene fuori l’unica nota dolente del pomeriggio per la nostra squadra che, in vantaggio di 2 goal crede forse troppo presto che la partita sia finita e permette ai forti avversari di prendere coraggio ed ad iniziare ad attaccare in modo pericoloso, nonostante l’inferiorità numerica.

Conseguentemente, al 75^ da un cross dalla fascia d’attacco sinistra avversaria, Turozzi, con un colpo di testa a pochi metri dalla nostra porta realizza il goal del 3-4 e riapre quindi l’incontro.

Fortunatamente però, nonostante gli attacchi poco ragionati ma comunque rabbiosi dei padroni di casa, il goal del pareggio non arriva, anzi è ancora Corbo con un’altro gran tiro da dentro l’area avversaria da posizione defilata, a colpire il palo interno, sfiorando quindi il poker personale ed il quinto goal per lo Zevio.

Al triplice fischio dell’arbitro, esplode la gioia di tutta la squadra e di Mister Piasere che, contando le ultime quattro partite della scorsa stagione, centra la quinta vittoria di fila sulla panchina dello Zevio.

Bravi…bravissimi tutti…ma ovviamente…una nota particolare di merito va giustamente riconosciuta a bomber Corbo, per le tre marcature personali e per aver costantemente tenuto impegnata la difesa avversaria.

Sperando che i primi tre pesantissimi punti conquistati siano di buon auspicio per il proseguimento del campionato…forza ragazzi …e forza Zevio !!!

Stefano Leucci

 

 

 

Presentazione Prima Squadra stagione 2018-2019…si riparte

Nella serata di lunedì 5 luglio, presso il ristorante “Cà Scapin”, la presentazione della prima squadra e del nuovo organigramma societario, ha dato ufficialmente il via alla prossima stagione.

Ha aperto la serata il Presidente uscente Paolo Stevanella, che, nel suo breve discorso, oltre ad augurare ai presenti una buona nuova stagione calcistica,  ha confermato la sua presenza all’interno dell’A.C.Zevio in qualità di responsabile amministrativo; ha quindi passato la parola al nuovo Presidente Armando Pachera.

Il Presidente Pachera, nelle sue parole rivolte sopratutto  ai nuovi arrivati, ha voluto sottolineare  quanto lunga sia la storia dell’A.C. Zevio, invitandoli ad onorare con il massimo impegno la maglia che andranno ad indossare l’anno prossimo, proprio nel rispetto della storia ultra novantennale della società.

Inoltre il Presidente ha sottolineato il fatto che l’obiettivo principale della società è stato, è e resta quello di far crescere i giovani del settore giovanile, per poter permettere loro di raggiungere il traguardo della Prima squadra ed ha conseguentemente invitato i più anziani ed esperti della rosa, di essere di guida ed esempio a chi, provenendo dalla Juniores, quest’anno affronterà il suo primo campionato di Prima Categoria.

Presenti in rappresentanza dell’amministrazione comunale,  vi erano il vice sindaco Gabriele Bottaccini e la consigliere comunale Susanna Grisi; Bottaccini nel suo intervento,  ha assicurato anche per la prossima stagione, la vicinanza sua personale e di tutta l’amministrazione all’A.C.Zevio.

Inoltre il vice sindaco, ha evidenziato l’importanza sociale della nostra società, diventata punto di riferimento per giovani e giovanissimi ragazzi del territorio, rimarcando il fatto che conta oltre 200 tesserati, numeri importanti.

Subito dopo Gabriele Bottaccini, è intervenuto Marco Montanari, nuova figura dell’A.C.Zevio, che ricoprirà il ruolo di Coordinatore delle aree societarie; Montanari, ha assicurato il massimo impegno nello svolgimento del compito a lui affidato, nonché la massima presenza sul campo.

E’ arrivato quindi il momento di Giorgio Scandola, Vice Presidente e Direttore Generale dell’A.C. Zevio, o forse più semplicemente il vero motore della società, dalla Prima squadra ai piccoli amici; nel suo breve discorso, Scandola,  ha chiesto ai ragazzi della prima squadra una cosa in particolare e cioè la massima correttezza in campo, spiegando loro che tra gli obiettivi da perseguire, oltre a dei buoni risultati in campionato, vi è anche quello di vincere la coppa disciplina.

Dello stesso tono di Giorgio Scandola, sono state le parole del consigliere Mirko Meneghelli, il quale ha invitato i ragazzi della prima squadra, ad essere l’esempio da seguire per tutto il settore giovanile.

E’ stata poi la volta di Mister Christian Piasere, il quale, nel suo intervento, ha brevemente spiegato ai vecchi e nuovi componenti della prima squadra, che lui, da sempre, punta al massimo risultato e che ognuno di loro avrà durante l’anno il suo spazio, assicurando testualmente che “nessuno siederà in panchina a settembre per alzarsi a fine maggio”.

Affianco a Mister Piasere, il preparatore atletico della prima squadra Alessandro Frigo, ha poi spiegato che il programma che riguarda la prima squadra è in via di conclusiva definizione, che dovrebbe essere su base mensile e che vedrà nel giovedì il giorno in cui verrà svolto il grosso del lavoro.

Inoltre Frigo ha spiegato che svolgerà tale compito sino alla categoria Allievi; dai giovanissimi in giù invece, ricoprirà analogo incarico Elena Benini, mentre come preparatori dei portieri, lo staff sarà composto da Marco Mainente, Stefano Migliorini, Claudio Perlati e Michele Ferrari.

Ha chiuso quindi la serie degli interventi il direttore sportivo Sergio Sandrini, che ha spiegato che il lavoro da lui fin qui svolto, è stato sempre concordato con il Mister Piasere,  che spera di essere riuscito ad accontentare; inoltre Sandrini ha comunicato che è probabile l’arrivo di altri 2-3 elementi.

La bella serata, che speriamo sia di buon auspicio per la prossima stagione, si è chiusa con un ricco buffet ed un risotto con il radicchio, prima del taglio della torta confezionata per l’occasione.

Augurandoci una stagione piena di soddisfazioni dalla Prima Squadra ai Piccoli Amici…anche quest’anno l’imperativo sarà sempre lo stesso…Forza Ragazzi ….e Forza Zevio !!!

Stefano Leucci

Una salvezza da incorniciare…

Zevio 29 aprile 2018 ore 15.30 Stadio Comunale “Leo Todeschini” M.O. V.M.

A.C. Zevio 1925- Valtramigna Cazzano 2-0
Arbitro Sig. Maxim Calmic
Marcatori:- al 9^ Ravelli al 48^ Begali
Formazioni:-
A.C. Zevio 1925:- 1) Dell’Osbel, 2) Bianconi, 3) Gomis, 4) Boniardi, 5) Scolaro, 6) Poli, 7) Stevani, 8) Nortilli, 9) Ravelli, 10) Begali, 11) Marchetto, 12) Santi, 13) Vallani, 14) Bernardi, 15) Sarti, 16) Giurgevic, 17) Balestro, 18) Scandolara. All.Piasere
Valtramigna Cazzano:- 1) Fiorio, 2) Fedrigo, 3) De Luca, 4) Piccoli, 5) Gianello, 6) Pimazzoni, 7) Zambellan, 8) Verze, 9) Compaore, 10) Trivellin, 11) Turozzi, 12) Burato, 13) Piubelli, 14) Tirapelle, 15) Alberti, 16) Bogoni, 17) Ballarotto, 18) Meneghetti. All.

Battendo per 2-0 il Valtramigna Cazzano, lo Zevio, conquista senza passare dai play out, una salvezza che a quattro giornate dalla fine sembrava un vero e proprio sogno.
La partita andata in scena questo pomeriggio, non ha avuto storia, tanta era la concentrazione e la cattiveria agonistica messa in campo dai bianconeri, che non volevano proprio rovinare il piccolo “miracolo sportivo” costruito nelle precedenti tre giornate, quando erano riusciti a battere in sequenza Pozzo, Scaligera e Lonigo.
Infatti, pronti via ed al 9^ minuto, bomber Ravelli con un colpo di testa ben assestato su cross di Begali, batte Fiorio e porta in vantaggio lo Zevio.
Da quel momento in poi, il Valtramigna Cazzano, che non era certo venuto a Zevio per fare la comparsa, inizia ad attaccare, ma la concentrazione dei nostri ragazzi ha sempre la meglio e di pericoli per la porta difesa da Dell’Osbel, non ne arrivano.
Il primo tempo si chiude quindi sul punteggio di 1-0 in nostro favore.
La ripresa delle ostilità, vede subito gli ospiti attaccare in massa la nostra area di rigore, ma così facendo si prestano al contropiede bianconero che, dopo circa tre minuti si concretizza nel goal del raddoppio. Begali, controlla un pallone proveniente da un rinvio della difesa, scappa sulla destra, entra in area, con un dribbling strettissimo fa fuori un avversario e di esterno destro piazza il pallone nell’angolo basso della porta difesa da Fiorio; lo stesso Begali corre poi ad abbracciare a bordo campo il “nostro” Alberto Longo, scatenando l’entusiasmo dei compagni in campo e di tutti i sostenitori in tribuna.
Ma gli ospiti non ci stanno proprio e reagiscono al goal di Begali, riprendendo ad attaccare. Dopo pochi minuti, su cross dalla sinistra di De Luca, Trivellin colpisce di testa a due metri dalla porta, ma Dell’Osbel compie un vero miracolo, riuscendo a deviare il pallone sopra la traversa. Fortunatamente, sarà l’ultimo brivido della stagione sia per i ragazzi in campo, che per i tifosi ed i dirigenti societari in tribuna.
Negli ultimi minuti di partita Giurgevic prima e Balestro poi, hanno due ghiotte occasioni per portare a tre i goal Zeviani, senza però riuscirci, ma va bene così.
Al triplice fischio del Sig. Calmic, esplode ovviamente la festa sia in campo che sulla tribuna, ove arriva Boniardi ed invita la sig.ra Elisa, moglie di Mister Piasere a scendere in campo dal marito.
Sul terreno di gioco, la squadra tutta, le consegna un mazzo di fiori, mentre il marito la stringe in un lungo abbraccio tra gli applausi sinceri di tutti i presenti…scena veramente bella.
E qui è doveroso e giusto, aprire il capitolo Mister Piasere.
Quando il 4 aprile u.s., i vertici societari comunicavano ufficialmente l’avvicendamento in panchina tra Mister Marafioti e Mister Christian Piasere, lo Zevio occupava il terz’ultimo posto in classifica, a 5 pesantissimi punti di distanza dal sest’ultimo posto, quello che da la salvezza diretta.
Riuscire a recuperare tale distacco nelle 4 giornate di campionato rimaste, era qualcosa di veramente difficile ed anche soggetto ai risultati di chi in quel momento precedeva lo Zevio in classifica.
C’era però un punto di partenza da cui non si poteva prescindere ed era quello di vincere tutte e quattro le gare rimaste e sperare in qualche “passo falso” delle altre squadre invischiate nella lotta salvezza.
Non lo so in quanti credevano questo possibile, i più penso che avrebbero firmato per una salvezza ottenuta passando dai Play Out.
Ed invece, Mister Piasere, probabilmente senza inventarsi nulla, (non ne avrebbe comunque avuto il tempo), ma solo ricompattando il gruppo, toccando sicuramente le corde giuste dei vari ragazzi e facendogli tornare quell’autostima che ormai era finita sotto i piedi, vista la situazione che stavano vivendo, è riuscito in questo piccolo grande “capolavoro”.
Complimenti sinceri a Mister Piasere ed ai ragazzi tutti, in realtà sportive come la nostra, il mantenimento della categoria della Prima squadra è qualcosa di fondamentale per la serenità e l’entusiasmo di tutto l’ambiente, sperando che l’anno prossimo ci sia meno da soffrire.
Come sempre …Forza ragazzi e Forza Zevio !!!
Stefano Leucci

Rombi di speedway ma solo per lo Zevio

Prima Categoria, Girone B. Lonigo-Zevio 1925.

Una gara se vogliamo drammatica perché quando si parla di retrocessione in due comunità importanti come Lonigo e Zevio, lo scontro diretto non potrà mai definirsi rilassante o spensierato. Al contrario è stato molto acceso e lo testimonia l’alternarsi delle reti, il tutto all’insegna dell’agonismo più corretto.
Direzione di gara molto attenta, nessuno sulle gradinate ha imprecato contro l’arbitro: buon segno di civiltà. Atleticamente al sig. Bissolo va dato un dieci e lode per aver corso sotto un sole cocente, per essere vicino ad ogni azione e prendere le decisioni più giuste.

 

Lonigo – Zevio (0-1) 2-3

Lonigo: Scarsetto, Fracasso, Martinello, Bastianello, Iselle, Santolin (60’st Shamaini), Iselle (33’pt Veronese ) Longo, Todescato (50’st Danuso ), Bevilacqua, Masetto, Zaninello. A disp.  Lampugnani, Crosara, Marcolongo, De Mori. All. Allocca Giuseppe

Zevio 1925: Santi, Bianconi, Gomis, Boniardi, Scolaro, Sarti (50’st Poli), Stevan (22’st Balestro), Nortilli, Ravelli, Begali (40’st Bernardi), Marchetto (40’st Giurgevich). A disp. Dall’Osbel, Vallani, Scandolara.

Arbitro: Antonio Bissolo di Legnago
Reti: 9’pt Gomis (Z), 15’st Martinello  (L), 33’st Ravelli (Z), 36’st Shamaini (L), 44’st Giurgevich (Z)

 

Passano circa dieci minuti blandi durante i quali le due squadre fanno capire che fa veramente caldo (30° estivi) e non è il caso di dannarsi l’anima ma ci pensa Gomis (nella meritata foto di copertina), oggi in giornata di grazia, a riscaldare ancor più gli animi, con un colpo di testa dal primo calcio d’angolo della gara. 0-1 per lo Zevio.
Non reagisce il Lonigo o meglio trova una difesa ben assestata che non lascia varchi e nemmeno spazio all’eleganza perché quando c’è stato da sballonare i bianconeri non si sono tirati indietro; al minuto 17 è Nortilli con un altro colpo di testa (alto) per far capire che i bianconeri non sono venuti a Lonigo per lo speedway che di tanto in tanto fa sentire i suoi rombi durante la gara nella pista vicina.
Il Lonigo si fa vivo solo al 22’ con un’incursione di Todescato che imbecca Boniardi dello Zevio: stangata incredibile contro la propria porta  con spirito autolesionistico ma è la traversa a salvare la porta bianconera (e il laterale bianconero). Tutti sbalorditi dal gesto atletico, ma il più stupefatto è il portiere Santi che si rivolge con un’occhiata omicida al compagno di squadra. Dalle tribune abbiamo decifrato il suo labiale: “…ma che cosa volevi fare?… (tradotto in italiano non censurabile)”.
Intanto diamo un’occhiata agli schieramenti in campo, più aggressivo lo Zevio con un 3-1-2-3 e più coperto ma propenso al contropiede il Lonigo con un 4-4-2 nel quale il propulsore al gioco in attacco era un terzino, capitan Martinello che serviva le punte ora a destra ora a sinistra.
Mentre Gomis detta legge a centrocampo, intervenendo e rilanciando è Longo, dinamico esterno alto,  al 36’ a farsi vedere in area zeviana con un tiro fuori di poco. Rispondono i bianconeri con Ravelli ma si fa chiudere al momento del tiro. Risponde ancora Longo con una discesa rapida sulla fascia destra che porta da solo in area: deve intervenire Gomis con la punta del piede a cercare un angolo riparatore.
Ripartenza dello Zevio con Bianconi che si fa 50 metri di campo a rischio infarto per poi vedersi stoppare in angolo. Dalla bandierina, appoggio a Nortilli per un lancio in profondità a Begali, il quale si coordina per il tiro, colpisce di pieno collo la palla per una bordata che si spegne vicino alla pista di spedway, ammutolito per il gran tiro al volo.
Ultimi minuti del primo tempo col Lonigo che mette in ansia e nulla più la difesa dello Zevio che si fa notare per decisione ma anche per lo stile ( non solo sballonate dunque): primeggiano Scolaro e Boniardi oltre il solito Gomis.
Senza sussulti i primi 15’ della ripresa: è capitan Martinello a spingere i suoi verso il pareggio che arriva al 22’ grazie ad una percussione di Bevilacqua che scmbia con Masetto prima di porgere al capitano del Lonigo che sfoga la voglia di gol con una saetta filtrante fra le maglie bianconere. 1-1
Zevio mortificato e Lonigo che preme ma sono i bianconeri col loro capitano ad acquisire nuovamente il vantaggio: Balestro, subentrato si dimostra fresco e tenace tanto da guadagnare due angoli consecutivi. Sul secondo si accende una mischia nella quale prevale la zampata esperta di Ravelli: 2-1 per lo Zevio, siamo al 33’ ma la gara non finisce qui perché il Lonigo oggi ha poco fiato ma tanto orgoglio da vendere.
Ed è l’orgoglio probabilmente ad invitare Shamaini al tiro almeno due volte per indovinare un tiro incrociato dal limite destro dell’area, tanto potente quanto preciso perché si infila sul sette dell’incolpevole Sarti. 2-2
A questo punto tutti contenti o quasi, anche Piasere sembra invitare alla calma perché un pareggio ci poteva star bene. Ma poi ci ripensa e a 5 minuti dalla fine getta nella mischia due attaccanti (non due difensori), entrano Bernardi e Giurgevich per tentare qualche sortita in avanti e tenere lontana la palla dall’area bianconera.
Rischia invece lo Zevio al 42’ perché il centravanti Bevilacqua sul proseguo di azione di Shamaini si trova la palla fra i piedi nell’area piccola per segnare ma in netto fuorigioco.
43’ fuorigioco ( ma dubbio questa volta) anche per lo Zevio, Ravelli lancia Giurgevich che arriva solo davanti al portiere. L’azione si ripete un minuto dopo: Nortilli raccoglie una palla sulla trequarti e taglia ancora per Giurgevich, oggi in posizione di seconda punta: in piena velocità e di prima intenzione gonfia la rete all’incrocio dei pali.
Toglie la maglia e molte preoccupazioni in casa bianconera. La salvezza adesso è più vicina.

Romba ancora lo speedway ma solo per lo Zevio.

 

R.G. per gli amici dello Zevio