Category Archives: Esordienti secondo anno

Raggiunti allo scadere

Verona 16 aprile 2018 ore 19.00

A.C. Zevio 1925-Polisportiva Intrepida 1-1 (1-0)

Formazioni:-

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) Crivelli, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Caliari, 19) Guarise. All.Benini

Polisportiva Intrepida:- 1) Badau, 2) Marchiori, 3) Reani, 4) Filippozzi, 5) Castagna, 6) Gama, 7) Rogani, 8) Bonetti, 9) Parisi, 10) Pankiv, 11) Passigato, 12) Merapeza, 13) Cocchio, 14) Bellorio, 15) Tomelleri, 16) Giannettoni. All.Fasani

 

Ancora un pareggio per nostri ragazzi nella seconda giornata del
torneo “Gaiardoni”, stavolta contro i rossoneri dell’Intrepida.
Partita molto equilibrata, con gli avversari più bravi nel far girare
la palla, mentre i nostri ragazzi si sono fatti preferire dal punto
di vista delle verticalizzazioni e del rispetto delle posizioni in
campo, cosa che ha dato loro più compattezza. Dopo le prime scaramucce senza
esito, al 9^ minuto del primo tempo, i bianconeri si portano in
vantaggio, grazie ad un bel goal di suo centrocampista che al limite
dell’area, stoppa la palla di petto e la calcia al volo quasi sotto
l’incoricio dei pali della porta avversaria, lasciando il portiere
pietrificato.
Immediata la reazione dell’Intrepida che dopo appena un minuto, sugli
sviluppi di un calcio d’angolo, libera il suo centravanti al tiro a
colpo sicuro a due metri dalla nostra porta; il goal sembra cosa
fatta, ma il nostro portiere con un vero e proprio “miracolo” riesce a
respingere la conclusione ed a permettere ad un suo compagno di spazzare via
il pallone dall’area.
Il primo tempo continua a vedere i rossoneri cercare il pareggio,
mentre i nostri esordienti, si difendono con ordine senza correre
grossi pericoli e sempre pronti a ripartire in contropiede.
Durante una di queste ripartenze, un nostro centrocampista, nella
nostra metà campo, effettua un lancio perfetto per l’esterno destro e
lo libera da solo davanti al portiere rossonero.
Purtoppo però, nell’uno contro uno tra il nostro esterno ed il
portiere dell’Intrepida, ha la meglio quest’ultimo. Occasione
colossale sprecata.
Poco dopo, accade qualcosa che condizionerà il resto della partita.
Su un cross in area di un nostro attaccante, interviene il portiere
avversario, che devia nettamente il pallone in calcio d’angolo.
L’arbitro però, indica che si deve ripartire da calcio di rinvio. Il
portiere dell’Intrepida, molto sportivamente, fa presente all’arbitro
che ha toccato lui per ultimo il pallone e quindi che è calcio d’angolo a
nostro favore. Incredibilmente, il direttore di gara, anzicchè chiedere scusa,
ritornare sulla sua decisione e concedere il calcio d’angolo agli
Zeviani, pur di non riconoscere il suo errore, impone, in modo
veramente illogico, la ripresa dal gioco
da calcio di rinvio come da lui già deciso.
La cosa, ovviamente, viene vissuta in malo modo dai nostri esordienti
che protestano tutto il loro disappunto verso l’arbitro, nonostante
gli sforzi da parte della Mister e dei dirigenti in panchina affinchè
continuno a giocare come se nulla fosse.
Da quel momento in poi, forse per le reiterate, ma giustificate

proteste dei nostri ragazzi, la direzione di gara diventa
veramente imbarazzante. Sul finire del primo tempo, il nostro
esterno destro, entra in area rossonera, salta nettamente il suo avversario che
lo abbatte. Calcio di rigore solare, per tutti, con l’autore del fallo
che già si dispera, ma non è della stessa opinione il signor arbitro
che fa cenno al nostro ragazzo di alzarsi e giocare.
Purtroppo però, la mancata concessione del calcio di rigore, è solo il
preludio alla direzione di gara che attenderà gli Zeviani nel secondo
tempo. Senza tanto girarci intorno, non viene più fischiato nessun
fallo a nostro favore, neanche quello più netto. Nonostante tutto, la partita
va avanti senza grossi sussulti, sino ad arrivare all’ultimo minuto di
gioco, quando un attaccante dell’Intrepida, sfugge in velocità alla
nostra difesa e batte il portiere in uscita, realizzando il goal del
pareggio. Palla al centro e triplice fischio finale, una vera beffa.

Tutto sommato, al netto di un’arbitraggio veramente inadeguato,
va riconosciuto che il risultato finale, è quello più giusto per quanto
le due squadre hanno fatto vedere in campo.
Nulla è ancora perduto per il passaggio del turno, ma le prossime due
partite non potranno essere sbagliate.
Come sempre…chiudiamo con il più classico “Forza Ragazzi e Forza Zevio !!!”

Stefano Leucci

Vittoria sudata… e non per il caldo

Zevio 14 aprile 2018 ore 17.30 campo sussidiario.-

A.C. Zevio 1925-Noi La Sorgente

Formazioni:-

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 3) Benetti, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Caliari, 14) Marconcini, 19) Guarise. All. Benini

ASD Noi La Sorgente:- 1) Petitto, 2) Asenoguan, 3) Sainati, 4) Sandonini, 5) Qiu Jun Ma., 6) Taddei, 7) Baltieri, 8) Darra, 9) Scarsetto, 10) Togni, 11) Rossi, 13) Qiu Jun Mi., 14) El Alami, 15) Grigoli. All. Darra

In un bel pomeriggio di sole, Zevio e Noi La Sorgente, danno vita ad un vero e proprio botta e risposta entusiasmante, che fortunatamente alla fine, si risolve a favore dei nostri ragazzi.

Prima serie di shoot out vinta con due punti di scarto dagli Zeviani e via con il primo tempo, che vede le due squadre equivalersi ed avere una sola chiara occasione da goal a testa.

Quella dei padroni di casa, dopo un’azione personale di un suo centrocampista che salta due avversari, giunge a fondo campo e crossa un pallone rasoterra che giunge sul secondo palo all’esterno destro che, conclude a “botta sicura”, ma la palla si stampa sul palo e finisce in fallo laterale.

L’occasione per gli ospiti invece, giunge grazie ad un tiro di un suo attaccante, il quale dopo essersi liberato dalla marcatura, da posizione defilata, lascia partire un gran tiro rasoterra, che il nostro portiere respinge con un bel intervento.

Il primo tempo si chiude quindi a reti inviolate.

La seconda serie del gli shoot out si chiude in parità, ma grazie al successo nella prima, lo Zevio  si aggiudica il relativo punto e si porta in vantaggio.

Il secondo tempo è quello che decide le sorti dell’incontro ed inizia con entrambe le squadre più attive in fase offensiva.

Dopo un paio di buone occasioni per entrambe le formazioni fallite di poco, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il Noi La Sorgente con una conclusione da fuori area di un suo centrocampista, trova il goal del vantaggio.

La reazione bianconera è immediata e dopo pochi istanti, l”esterno destro salta il suo marcatore diretto, entra in area e lascia partire un gran tiro che però si stampa sul palo e finisce fuori.

Poco dopo, arriva il pareggio degli zeviani, grazie ad un gran tiro dal limite dell’area di un suo centrocampista che piega le mani al portiere ospite e si insacca.

Le azioni d’attacco da entrambe le parti continuano a susseguirsi e sul finire del secondo tempo, azione “classica” dei nostri ragazzi, con lancio di un centrocampista sulla corsa dell’esterno destro, che si presenta da solo davanti al portiere ospite e lo batte con un tiro rasoterra nell’angolo basso.

Il tempo si chiude senza che accada null’altro e sancisce quindi con un tempo d’anticipo la vittoria della gara dei nostri ragazzi.

Nel terzo tempo, nonostante il risultato già definito, le due squadre continuano a darsi battaglia senza sosta, con i ragazzi del Noi La Sorgente che tentano in tutti i modi di vincere almeno una delle quattro frazioni in cui si divide l’incontro, ma con i nostri ragazzi che non ci stanno proprio a mollare.

Per ben tre volte nel terzo tempo, gli ospiti si portano in vantaggio, ma per altrettante volte, gli zeviani li raggiungono.

Ancora una prestazione di buon livello dei nostri esordienti, contro un ottimo avversario.

Forza ragazzi e forza Zevio !!!

Stefano Leucci

 

La reazione d’orgoglio non basta

Zevio 11 aprile 2018 ore 18.00  Stadio “Leo Todeschini” M.O.V.M.

Arbitro:- Sig.Matteo Botteon

A.C. Zevio 1925-PGS Concordia 3-4 (1-2) (1-2) (1-0)

Formazioni:-

A.C. Zevio 1925:- 1) Bortolazzi, 2) Llusha, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) Caliari, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Menti Romboni, 13) Crivelli, 14) Guarise. All.Benini

PGS Concordia:- 1) Sabau, 2) Banfi, 4) Giancontieri, 5) Gozzani, 6) Hoti, 7) Gragnato, 8) Gaburro F., 9) Castellani, 10) Gaburro A., 11) Zanini, 13) Zoppi, 14) Romano, 15) Sonato, 16) Rodriguez. All.Rossi

Gara di andata degli ottavi di finale del 30^ “Città di Verona”, tra i nostri esordienti in completo nero ed i ragazzi del Concordia in maglia bianca con pantaloncini e calzettoni viola.

Nel primo tempo, gli ospiti  impongono subito alla gara dei ritmi alti e costringono spesso i nostri ragazzi a difendersi nello loro area.

Dopo pochi minuti, la nostra difesa cede ed un centrocampista ospite supera il nostro portiere con un bel diagonale e porta il Concordia in vantaggio.

Seppur in modo confusionario, la reazione dei nostri ragazzi, li porta a costruire un paio di buone occasioni, entrambe sulla fascia destra, ma un pizzico di egoismo sotto porta, non consente loro di raggiungere il pari.

Il Concordia invece, continua a giocare molto di squadra, con rarissime iniziative personali. Poco dopo la metà del tempo, con un azione molto ben orchestrata, l’esterno destro ospite effettua da fondo campo un cross perfetto, sul quale al centro della nostra area, arriva puntuale un suo compagno che con un bel colpo di testa sigla il raddoppio.

Nuova reazione di carattere dei nostri esordienti e quasi allo scadere del primo tempo, l’esterno destro, servito sulla corsa dal lancio di un compagno, riesce con un bel tiro a battere il portiere del Concordia ed a ridare speranze alla squadra.

L’inizio del secondo tempo, è stato un vero incubo per gli Zeviani; dopo pochi istanti, un retropassaggio sbagliato di uno dei nostri ragazzi, ha lanciato un avversario da solo verso la nostra porta, dandogli la possibilità di battere facilmente il portiere in uscita.

Pochi minuti ed al termine di un’altra bella azione manovrata, Concordia ancora in goal e morale dei nostri sotto i piedi.

In chiusura del secondo tempo, da un calcio di punizione dal limite dell’area, un nostro centrocampista  lascia partire un gran tiro che si insacca sotto la traversa della porta avversaria e ridà speranze a tutti i ragazzi.

Il terzo tempo, è stato quello sicuramente giocato meglio dai bianconeri, il Concordia non si è quasi mai reso pericoloso, mentre i nostri ragazzi sono riusciti ad andare ancora in goal con l’attaccante centrale, bravissimo a liberarsi del suo marcatore ed a battere il portiere avversario in uscita.

Prima del triplice fischio dell’ottimo arbitro sig. Botteon, i bianconeri sono riusciti a creare almeno un altro paio di ottime occasioni, senza però riuscire a concretizzarle e quindi a raggiungere il pari.

In definitiva, vanno fatti i complimenti sinceri alla squadra del Concordia PGS per il bel calcio fatto vedere al Leo Todeschini, ma allo stesso tempo, anche ai nostri ragazzi che, come sempre ci hanno messo l’anima.

Appuntamento a mercoledì prossimo per il ritorno a casa del Concordia, sicuri che, comunque vada a finire, i nostri ragazzi daranno ancora una volta tutto quello hanno ed anche qualcosa in più, sperando, ovviamente di riuscire a ribaltare il risultato maturato a Zevio; difficile si, ma non impossibile.

Sempre a testa alta…Forza Zevio !!!

Stefano Leucci

Duri a morire

Verona 9 aprile 2018 ore 20.00

A.C. Zevio 1925-Golosine 2013    2-2   (1-0)

A.C. Zevio 1925:- 1) Bortolazzi, 2 )Llusha, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Caliari, 12) Menti Romboni, 13) Crivelli, 19) Guarise. All.Benini

Golosine 2013:- 1) Bonato, 2) Macchiella, 39 Vieru, 4) Sefa, 5) Mocau, 7) Paschetto, 8) Grissen, 9) Avino, 10) Stecher, 11) Montrucoli, 13) Padovani, 15) Piscitelli, 17) Boucaloua. all. Pa

In una serata quasi invernale, debutto al  “Gaiardoni” per i nostri esordienti, con la pioggia che, prima debole, poi sempre più intensa, ha accompagnato lo svolgimento di tutta la partita.

Zeviani in completo bianconero, con pantaloncini e calzettoni neri, Golosine 2013 in divisa completamente blu.

La partita inizia nel migliore dei modi per i nostri ragazzi ed alla prima azione di gioco, cross dalla destra del nostro esterno, il portiere avversario intercetta ma non trattiene il pallone, sul quale è lesto ad avventarsi un nostro attaccante, che spinge la palla in porta e realizza il goal del vantaggio.

Golosine sotto shock, Zevio che continua ad attaccare ed a creare occasioni da goal. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il pallone giunge ad un nostro centrocampista che è bravo a liberarsi della marcatura avversaria ed a concludere in porta da posizione angolata ma ravvicinata, trovando però la risposta quasi “miracolosa” del portiere avversario che devia il pallone, mandandolo nuovamente in calcio d’angolo.

Poco dopo, i nostri avversari, si rendono pericolosissimi con il loro attaccante centrale che appena dentro la nostra area, lascia partire un bel tiro rasoterra sul quale il nostro portiere compie una grande parata, riuscendo a deviare il pallone fuori dallo specchio della porta.

Quasi allo scadere del tempo, per i nostri ragazzi arriva l’occasione più clamorosa per il raddoppio; ancora una fuga sulla destra dell’ esterno che serve ad un nostro attaccante solo a  pochi metri dalla porta avversaria, il più facile dei palloni da spingere in rete, ma purtroppo, forse a causa del terreno bagnato, la conclusione della nostra punta finisce alta sopra la traversa.

La prima frazione di gioco,  si chiude quindi con il grosso rammarico di non essere riusciti a raddoppiare. L’inizio del secondo tempo vede le Golosine esercitare la pressione massima e raggiungere il pareggio grazie ad una conclusione di un suo attaccante da posizione angolatissima, che però sorprende il nostro portiere e si insacca.

La pioggia aumenta e con essa gli sforzi dei bianconeri per riportarsi in vantaggio. Altre due ghiotte occasioni vengono clamorosamente sprecate dai nostri ragazzi, mentre i nostri avversari, ne hanno una con una conclusione dal limite di un loro centrocampista, sulla quale è bravo ad intervenire il nostro portiere.

La partita volge ormai al termine ed il risultato di parità appare sostanzialmente giusto, visto che comunque nessuna delle due compagini ha saputo prendere il sopravvento in modo netto sull’altra.

Inizia quindi il recupero e con esso la beffa del goal del vantaggio delle  Golosine , grazie ad un’azione personale di un suo attaccante;  roba da spezzare le gambe a chiunque.

Ed invece i nostri ragazzi, riportano immediatamente la palla al centro e nei pochissimi istanti rimasti a loro disposizione, con una rabbia agonistica indescrivibile, partono all’assalto dell’area avversaria, costruiscono una bella azione palla a terra e riescono a liberare in area il nostro esterno destro, che da posizione angolata lascia partire un bolide con il quale “fulmina” il portiere avversario, che neanche tenta la parata ed evita ai nostri ragazzi una sconfitta davvero immeritata.

Da sottolineare il fatto che, l’assist finale al nostro esterno destro, lo confeziona l’attaccante che aveva fallito l’occasione-goal sul finire del primo tempo, riscattando così quel brutto errore.

Ripensando allo svolgimento della partita, si poteva si ottenere di più, vero, ma si sa che nel calcio non si vince mai “ai punti” e l’essere riusciti ad evitare un sconfitta ingiusta, be… sa tanto di vittoria…grazie ragazzi, per l’ennesima volta in questa stagione… grazie davvero.

Avanti con le prossime sfide al “Gaiardoni” e come sempre forza Zevio !!!

Stefano Leucci

 

 

 

Non basta un buon primo tempo…pareggio giusto

Zevio 7 aprile 2018, campo sussidiario, ore 16.30

A.C.Zevio 1925:-1) Bortolazzi, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Pala, 9) Crivelli, 10) Leucci, 14) Marconcini, 19) Guarise. All.Benini

U.S.Albaronco ASD:- 1) Bombasini T., 2) Ferrari, 3) Rugolotto, 4) Elia, 5) Ennassiri, 6) Orlandi, 7) Vallarin, 8) Korry, 9) Bombasini C., 10) Casalini, 11) Micheletto, 13) Xhafa, 14) Lovato, 15) Carreri. All.Bongiovanni

Nel primo pomeriggio primaverile della stagione, Zevio ed Albaronco, danno vita ad una gara molto combattuta dal punto di vista agonistico, poco da quello tecnico.

Se sia stata colpa del primo caldo, dei numerosi impegni che tra recuperi e tornei si stanno succedendo senza sosta, o le assenze di alcuni dei nostri ragazzi per motivi vari , non è dato a sapersi, di certo,  la prestazione degli esordienti, non è stata all’altezza delle ultime uscite.

Si può tranquillamente dire che, shoot out a parte, persi di un solo punto, i bianconeri, hanno giocato come sono capaci di fare, solo nel primo tempo, che hanno vinto in modo netto.

Il primo goal è arrivato dopo una manciata di secondi dal fischio di inizio, grazie ad uno-due che ha liberato un nostro centrocampista solo davanti al portiere avversario, che in uscita disperata, è stato battuto con un tocco morbido.

Pochi minuti dopo, è giunto anche il raddoppio su calcio di rigore per atterramento in area dell’autore del primo goal; sul dischetto si è presentato un nostro centrocampista che ha trasformato la massima punizione spiazzando il portiere avversario.

La gara è continuata con i bianconeri in attacco ed i ronchesani a protezione della loro area e verso la metà del primo tempo è giunto anche il terzo goal firmato da un nostro attaccante con un gran tiro sotto l’incrocio dei pali alla destra del portiere avversario.

E qui si può dire che la nostra squadra è praticamente uscita dal campo ed ha permesso agli avversari piano piano di riprendersi e di rientrare in partita.

Allo scadere del primo tempo, complice un’ingenuità del nostro portiere, l’Albaronco, ha accorciato le distanze, ma  comunque la frazione di gioco, si è conclusa con la vittoria dei bianconeri.

Il secondo ed il terzo tempo si sono svolti in fotocopia, concludendosi entrambi senza nessun goal; poche azioni manovrate, tanti lanci lunghi da una parte e dall’altra e tanta confusione in campo.

Su situazioni estemporanee, sono nate un paio di occasioni per i nostri avversari, sventate con bravura dal nostro portiere che ha così riscattato l’errore in occasione del loro goal; analoghe situazioni, si sono ripetute nell’area dell’Albaronco, ma anche in questo caso, il portiere è stato più bravo dei nostri attaccanti.

Pomeriggio da “archiviare” velocemente, ricordandone solo l’ottimo approccio alla gara visto nel primo tempo.

Avanti con le prossime gara e come sempre Forza Zevio!!!!

Stefano Leucci

 

 

Prosciugata La Sorgente

Verona-Golosine 4 aprile 2018 ore 18.30

Noi La Sorgente-A.C. Zevio 1925

Formazioni:-
Noi La Sorgente:- 1) Marconi, 2) Qiu, 3) Sainati, 4) Sandonini, 6)
Taddei, 7) Baltieri, 8) Darra, 9) Scarsetto, 11) Annè, 12) Petito, 14)
El Alami, 15) Pingamage, 16) Genes Gonzales, 17) Togni, 18) Zoia.
All.Darra

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 3) Benetti, 4) Lenghel, 5) Corrà, 7) La
Rosa, 8) Pala, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Caliari, 12) Bortolazzi, 14)
Marconcini, 19) Guarise. All.Benini

Nel recupero infrasettimanale del campionato categoria “EsordientiQualificati”, prestazione praticamente perfetta dei nostri ragazzi contro quelli del “Noi La Sorgente”. Zeviani in divisa classica con maglia bianconera, pantaloncini e
calzettoni neri, padroni di casa in completo giallo canarino. Si parte con gli shoot out, che dopo le tante delusioni di inizio stagione, nelle ultime uscite, iniziano finalmente a regalare delle soddisfazioni. Prima serie vinta con tre punti di vantaggio, con il nostro portiere in evidenza, in quanto riesce a fermare gli avversari per ben 6 volte su 8.
Gli attaccanti invece, vanno a bersaglio per 5 volte. Inizia il primo tempo e dopo poche battute, i nostri ragazzi riescono a sbloccare il risultato, grazie al suo esterno destro che, servito in velocità, brucia il suo marcatore sullo scatto e batte il portiere avversario in uscita.
La reazione degli avversari si fa sentire ma, dalla battuta di un calcio d’angolo a loro favore, si sviluppa una ripartenza “chirurgica” dei bianconeri che con tre passaggi, liberano nuovamente l’esterno destro in area, il
quale, a sua volta,  con un bel diagonale batte per la seconda volta il portiere di casa.

Sul finire del tempo, il Noi la Sorgente, riesce a dimezzare lo svantaggio con un bel tiro dal limite dell’area di un suo attaccante, che batte il nostro portiere rimasto sorpreso dalla conclusione. Si passa quindi alla seconda serie di shoot out ed in questo caso i nostri avversari si dimostrano più concentrati riuscendo a pareggiarla, ma grazie al vantaggio accumulato nella prima serie, i bianconeri si aggiudicano il punto relativo, che aggiunto alla vittoria del primo tempo, mette i nostri ragazzi nella migliore delle condizioni per fare risultato pieno.

Il secondo tempo, è quello che più di ogni altro vede una sola squadra in campo e cioè la nostra che praticamente assedia l’area avversaria dall’inizio alla fine.

Ci vogliono però molti tentativi per riuscire ad andare in goal, infatti un po’ per la bravura del portiere avversario un po’ per errori in alcuni casi grossolani dei nostri attaccanti, il risultato di parità regge fino alla metà del tempo, quando su una bella conclusione dal limite dell’area di un nostro centrocampista, il portiere avversario respinge ma non blocca il pallone, sul quale si avventa come un “rapace” il nostro esterno sinistro, che scaraventa la sfera in porta.

Il tempo si chiude senza regalare altre grandi emozioni e sancisce in anticipo di un tempo, la vittoria della partita da parte dei nostri esordienti.

Nel terzo tempo, lo scenario non cambia, i nostri fanno la partita, il Noi La Sorgente cerca di limitare i danni, ma dopo pochi minuti dall’inizio della frazione di gioco, un nostro centrocampista dopo un bel “uno-due” al limite dell’area con l’attaccante centrale, si incunea nella difesa avversaria, batte il portiere di casa in uscita e porta lo Zevio in vantaggio.

La reazione dei padroni di casa è sterile e produce un’unica occasione sulla quale è bravo e anche un po’ fortunato il nostro portiere.

Il centravanti avversario, appena dentro la nostra area, lascia partire un bel tiro raso terra, sul quale il nostro estremo difensore è bravo ad effettuare una parata a mano aperta, ma poi lo strano rimbalzo del pallone gli fa sbattere la sfera sul volto in modo a dir poco “rocambolesco” prima di finire in calcio d’angolo.

Sul finire del terzo tempo, giunge anche il secondo goal bianconero, nato da un passaggio filtrante di un nostro centrocampista, che mette l’esterno sinistro in condizioni di presentarsi davanti al portiere avversario e di batterlo sul primo palo; bella azione veramente e doppietta anche per l’esterno sinistro.

Concludendo, è il caso di sottolineare il fatto che per la prima volta dall’inizio dell’annata, i nostri esordienti, hanno vinto tutte e quattro le frazioni di cui, da regolamento, si compongono le loro gare, a testimonianza di una continua e costante crescita sotto tutti i punti di vista, ed in particolar modo della concentrazione con cui scendono in campo, mista ad una coesione tra tutti loro che non è mai mancata sin dall’inizio della stagione…bravi..ancora una volta…semplicemente… bravi.

Un ringraziamento doveroso, va allo staff tecnico del Noi La Sorgente per l’accoglienza corretta e sportiva che ci ha riservato. Grazie ancora.

Pronti per il prossimo impegno…come sempre… Forza Zevio !!!

Obiettivo raggiunto

Zevio 26 marzo 2018 ore 18.00 Stadio Comunale “Leo Todeschini M.O. V.M”

AC Zevio 1925-A.S.D.Nogara 8-0 (2-0) (4-0) (2-0)

Formazioni:-

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin 2) Llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 13) Crivelli, 14) Caliari, 19) Guarise. All.Benini

A.S.D. Nogara:- 1) Bellè, 2) Agazzani, 3) Crooss, 4) Danese, 5) Farina, 6) Francioli, 7) Sparapan, 8) Marcomini, 9) Olivieri, 10 ) Lanza, 11) Previdi, 13) Poltronieri. All.Martini

Il recupero della seconda giornata del “Città di Verona”, sarà
sicuramente ricordato come uno dei pomeriggi più belli, vissuti dagli
esordienti secondo anno, durante l’annata in corso.
Condannati a battere il Nogara con almeno  sei goal di scarto, per
avere la matematica certezza del superamento del turno, i ragazzi
Zeviani, sono scesi in campo con una grinta ed una carica
agonistica a dir poco “impressionante”.
Padroni di casa in classico completo bianconero, con pantaloncini e
calzettoni neri, ospiti in maglia bianca con pantaloncini e
calzettoni rossi.
Sin dalle prime battute di gioco, i nostri esordienti, si sono
stabiliti nella metà campo avversaria ed hanno cercato in tutti i modi
di scardinare la difesa ospite. Verso la metà del primo tempo, la
pressione Zeviana è stata finalmente premiata ed è arrivato il goal
che ha sbloccato il risultato, grazie ad un tiro di un nostro
centrocampista, respinto, ma non bloccato dal portiere ospite e ribadito
in rete da un’attaccante bianconero, lesto ad avventarsi sul pallone.
Galvanizzati dalla marcatura, i nostri ragazzi, hanno continuato ad
attaccare, riuscendo sempre però, a mantenere un equilibrio tale che gli
ha permesso di non correre nessun pericolo serio durante i tentativi
di replica da parte del Nogara.
Sul finire del primo tempo, è giunto il goal del raddoppio, firmato
dall’esterno destro, liberato solo davanti al portiere ospite, da una
“imbucata” di un suo compagno del centrocampo.
L’inizio del secondo tempo, è stato quello che ha dato probabilmente
la convinzione giusta ai nostri ragazzi per il raggiungimento
dell’obiettivo.
Infatti, dopo pochissimi istanti, l’esterno destro, sfugge per
l’ennesima volta al controllo del suo marcatore, entra in area di rigore e viene
“falciato” da un’avversario, motivo per il quale l’arbitro concede la
massima punizione senza alcuna protesta da parte del Nogara.
Sul dischetto si presenta un nostro centrocampista che con un tiro
angolato rasoterra, batte il portiere ospite sulla sua destra.
Passano nuovamente pochissimi minuti ed ancora una volta il nostro
esterno destro salta il suo marcatore, giunge a fondo campo e serve ad
un nostro attaccante il più comodo dei palloni da spingere in rete.
Il Nogara non riesce più neanche ad accennare ad una benché minima
reazione e va completamente in “bambola”.
Ancora  pochi minuti e sugli sviluppi di un calcio d’angolo, un nostro
centrocampista con un gran tiro a volo, insacca per la quinta volta.
Si arriva quindi agli ultimi istanti del secondo tempo e dopo
l’ennesimo fallo subito dal nostro “scatenato” esterno destro,
l’arbitro concede il relativo calcio di punizione, da posizione vicina
al vertice sinistro dell’area avversaria.
Un nostro centrocampista posiziona il pallone per la battuta della punizione ed i ragazzi del Nogara,
a testimonianza dello stato confusionale in cui ormai si trovano,
non mettono nessuno né sul punto di battuta, né abbozzano a formare la
barriera.
L’arbitro fischia ed il nostro centrocampista, approfittando della
situazione, lascia partire un gran tiro che si insacca sotto
l’incrocio dei pali e realizza il  tanto sospirato sesto goal,
venendo poi sommerso dall’abbraccio, quasi liberatorio, di tutti i compagni;
una scena veramente bella, che testimonia ancora una volta il grande
“spirito di gruppo” presente all’interno della squadra.
Nel terzo e conclusivo tempo, l’obiettivo dei nostri esordienti, è
quello di tenere lontani dalla nostra area gli avversari, perché un
eventuale loro goal, li costringerebbe, a loro volta, a doverne
realizzare un’altro.
La tattica li premia ed infatti, continuando ad attaccare, arrivano
anche il settimo e l’ottavo goal, entrambi a firma del nostro esterno
destro, rispettivamente con un tiro a pochi metri dalla porta
avversaria e su rigore concesso per atterramento di un nostro
attaccante.
Nel finale, giunge anche l’occasione, ancora su calcio di rigore, di
realizzare addirittura il nono goal, ma il centrocampista che si
incarica della battuta, stavolta tira alto sopra la traversa; ma in un
pomeriggio del genere, l’errore, fa veramente poco male.
Che dire…solo un immenso “grazie” ai nostri esordienti per essere
riusciti a centrare un’obiettivo molto importante come quello della
qualificazione agli ottavi di finale del Città di Verona.
Continuando così,  sia nella stagione in corso, che in quelle future,
ci regalerete sicuramente grandi soddisfazioni.
Pronti per le prossime sfide…come sempre… forza ZEVIO !!!….e
ancora grazie ragazzi.

Stefano Leucci

Le emozioni più belle le regalano gli shoot out

Lugagnano di Sona 24 marzo 2018 ore 15.00

Ass. Calcio Lugagnano:- 1) Lugoboni, 2) Fasoli, 3) Gaspari, 4) Chesini, 5) Bou, 6) Spada, 7) Paiusco, 8) Battistello, 9) Micheletti, 10) Pullano, 11) Vassanelli, 12) Domi 13) Volpato. All.Marchesini

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 3) Benetti, 4) Favalli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Pala, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 13) De Domenicis, 19) Guarise. All.Benini

La partita che ha visto oggi in campo i nostri esordienti, opposti a quelli del Lugagnano, non sarà certo di quelle da ricordare per lo spettacolo offerto, cosa dovuta anche al fatto che, praticamente, i valori delle due squadre, si equivalevano.

Infatti, sia il primo che il terzo  tempo, si sono chiusi a reti inviolate e senza particolari emozioni o interventi decisivi da parte dei portieri.

Il secondo tempo, invece, è stato quello in cui i nostri ragazzi, sono riusciti a creare tre buone occasioni da goal, di cui due sono state sventate con ottimi interventi dal portiere del Lugagnano, mentre la terza è stata finalmente concretizzata in rete, per la vittoria della frazione di gioco dei bianconeri; anche i padroni di casa, sempre nel secondo tempo, sono riusciti ad avere la loro occasione da goal sventata in uscita bassa dal nostro estremo difensore.

La prima occasione, è capitata sul piede di un nostro attaccante che, appena dentro l’area, da posizione defilata, ha incrociato un bel tiro a mezza altezza, sul quale il portiere ospite si è prontamente tuffato, riuscendo a deviare la palla in calcio d’angolo.

Poco dopo è arrivato l’unico goal della partita, con un’azione che nell’annata in corso abbiamo già visto tante volte; inserimento verso il cuore dell’area avversaria dell’esterno destro e palla a scavalcare la difesa avversaria, servita con precisione da un nostro centrocampista ed a liberare appunto il nostro esterno, il quale, seppur ostacolato da un difensore avversario nel tentativo disperato di recupero, batte con un tiro secco il portiere avversario in uscita.

La reazione dei padroni di casa, si concretizza con un’azione portata avanti con molta caparbietà,  e che vede  due attaccanti avversari arrivare nella nostra area, ma ostacolarsi tra di loro, favorendo la reattiva e coraggiosa uscita bassa del nostro portiere, che riesce a bloccare la palla, tra le gambe degli avversari.

L’ultima azione degna di nota, di quella che comunque rimane  la frazione di gioco più vivace, giunge quasi allo scadere, quando un nostro centrocampista, riesce a dribblare due volte un avversario al limite dell’area avversaria ed a far partire un gran tiro, che, viene  ancora una volta deviato in calcio d’angolo con un’altra bella parata, da parte  del portiere del Lugagnano.

La prima serie degli shoot out, è stata vinta dagli Zeviani dimostratisi molto più freddi degli avversari e riuscendo a realizzare il doppio dei goal.

La seconda serie invece è stata pareggiata, ma, mentre i nostri esordienti hanno concluso quasi sempre fuori dallo specchio della porta, gli avversari, sono stati bloccati per ben sei volte da interventi del nostro portiere, al quale va gran merito della vittoria complessiva del “gioco di apertura”.

Una nota di merito, va a tutta la nostra difesa, che senza mai andare in affanno, è riuscita a fermare gli avversari ed a costruire gioco dal basso, senza  ricorrere a lanci lunghi o altre giocate “estemporanee”.

Dispiace invece, dare una nota di demerito, ai pur cortesi, ospitali e sportivi padroni di casa, che però hanno fatto disputare una partita del campionato provinciale esordienti secondo anno, con delle porte della misura riservata ai pulcini a 7, peccato, veramente peccato.

Concludendo una vittoria molto importante per i nostri esordienti, contro avverarsi che all’andata sul sintetico di Zevio, erano riusciti portare a casa un pareggio, dimostrandosi, come anche oggi, squadra forte e ben organizzata.

Appuntamento a Lunedì 26 alle ore 18.00 al “Leo Todeschini” di Zevio, per la delicatissima ed importantissima sfida contro il Nogara, valida per il torneo “Citta di Verona”.

Forza ragazzi e forza Zevio !!!!!

Stefano Leucci.

 

 

Bottino pieno nel “Città di Verona”

Zevio 21 marzo 2018, ore 18.30 Stadio “Leo Todeschini M.O. V.M.”

A.C.Zevio 1925-Juventina Valpantena 3-2 (2-0) (1-2) (0-0)

Formazioni:-

A.C.Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Carli, 3) Benetti, 4) Llusha, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Menti Romboni, 13) Caliari, 14) Crivelli, 19) Guarise. All.Benini

ASD Juventina Valpantena:- 12) Coser, 2) Carraro, 3) Manzini, 4)Maroama, 5)Pettenella, 6)Maccagnani, 7) Zenti, 8) Nenz, 9) Belloni, 10) Campesato, 11) Dal Forno 13) Ambroso, 15) Andreoli. All.Benin

 

Nella terza giornata del Citta di Verona, al Leo Todeschini, scendono in campo i nostri esordienti secondo anno contro quelli della Juventina Valpantena.
Padroni di casa in completo classico bianconero, ospiti in giallo canarino, gara che parte subito bene per i padroni di casa che, dopo 5 minuti con un gran tiro appena dentro l’area avversaria di un loro attaccante,  sbloccano il risultato e si portano in vantaggio.
La reazione avversaria non arriva ed allora, a metà tempo, giunge il raddoppio dei bianconeri, grazie ad una splendida fuga sulla fascia destra del nostro esterno di attacco, che supera in velocità due avversari, giunge a fondo campo e serve all’accorrente attaccante già autore del primo goal, un ottimo pallone che quest’ultimo scaraventa in rete.
All’inizio del secondo tempo arriva la preventivabile reazione della Juventina, che riesce a chiudere i nostri ragazzi nella loro metà campo ed a creare occasioni da goal.
Durante uno di questi attacchi però, un nostro centrocampista, ruba il pallone ad un avversario e parte in contropiede,  riesce quindi a confezionare uno splendido assist, con cui libera solo davanti al portiere avversario il nostro esterno destro; quest’ultimo, con molta freddezza, salta il portiere avversario in uscita e deposita in rete, portando a tre i goal di vantaggio per gli Zeviani.
La Juventina non si demoralizza e continua ad attaccare e dopo alcuni minuti di pressione costante, realizza il goal che accorcia le distanze, con un tiro dal limite dell’area di un suo centrocampista, che piega le mani al nostro portiere e termina in rete. Galvanizzati dalla segnatura, gli ospiti intensificano ancora di più i lori attacchi, ma conseguentemente, si espongono ulteriormente ai contropiede dei nostri ragazzi.
Durante una di queste ripartenze, un nostro centrocampista, seppur trattenuto per la maglia da un avversario, resiste caparbiamente al fallo e riesce a fornire un assist perfetto ad un nostro attaccante, liberandolo, senza marcatura avversaria, da solo davanti al portiere ospite. Purtroppo però, la nostra punta, spreca la facile occasione, tirando fuori dallo specchio della porta e quella regola non scritta di questo bellissimo sport, ” goal sbagliato….goal subito”, ancora una volta si materializza. Infatti, poco dopo, la Juventina, riesce a realizzare il secondo goal della serata, con il suo attaccante centrale, che con un tiro da posizione defilata, sorprende il nostro portiere e riapre completamente l’incontro. La pressione ospite continua e sul finire del secondo tempo, i due nostri difensori centrali, con un intervento quasi contemporaneo, effettuano un salvataggio sulla linea di porta, e salvano cosi il risultato.
Il terzo e conclusivo tempo, vede ovviamente la Juventina tentarle tutte pur di ottenere il pareggio, ma i nostri ragazzi, con una carica ed una grinta veramente encomiabili, riesco a mantenere il risultato ed a portare a casa la vittoria.
Bravi, veramente bravi per la caparbietà dimostrata in campo nel voler raggiungere la vittoria dell’incontro, complimenti a tutti, indistintamente ed appuntamento a lunedì 26 per la gara contro il Nogara, che sarà decisiva ai fini del superamento del turno.
Avanti tutta e forza Zevio !!!!

Stefano Leucci

L’approccio giusto

Zevio 17 marzo 2018 ore 16.30 campo sussidiario.-

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 3) Benetti, 4) Lenghel, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Pala, 9) Bersan 10) Leucci, 11) Marcantoni, 13) Caliari, 14) Marconcini, 19) Guarise. All.Benini

A.S.D. Audace Calcio:- 1) Serpelloni, 2) Lipomani, 3) Melegrito, 4) Faccioli, 5) Sheshi, 6) Zandonà, 7) Polacco, 8) Trejo, 9) Ramascanu, 10) Residori, 11) Carcagni, 12) Spinagri, 13) Pasti, 14) Cacciatori. All.Corradi

Nella prima giornata del girone di ritorno del campionato primaverile, sul sintetico di Zevio, sotto una pioggia non particolarmente copiosa, ma costante,  si affrontano i padroni di casa in maglia bianconera e gli ospiti dell’Audace Calcio di San Michele, in completo rossonero.

Si inizia con la prima serie di shoot out, che viene vinta, seppur di misura, dai ragazzi dello Zevio, a dimostrazione di una particolare attenzione, con cui viene affrontato il “gioco di apertura” .

Palla al centro e via con il primo tempo, ed i nostri ragazzi, chiudono quelli dell’Audace nella loro metà campo ed iniziano ad arrivare la occasioni da goal.

Dopo una traversa colpita con un gran tiro da fuori area da parte di un nostro centrocampista, il risultato si sblocca al termine di un’azione ben congeniata sulla fascia destra, che libera davanti alla porta un nostro attaccante il quale non si lascia scappare la ghiotta occasione porta in vantaggio lo Zevio.

L’assalto alla porta dell’Audace continua anche dopo il goal del vantaggio e sugli sviluppi di un calcio d’angolo, un nostro attaccante riesce a sorprendere la difesa avversaria ed insacca con un bel colpo di testa.

L’Audace reagisce e per qualche minuto, riesce a costringere sulla difesa i bianconeri, ma proprio durante la maggiore pressione ospite, i nostri ragazzi, con una splendida azione di contropiede, portano il nostro attaccante centrale a realizzare il terzo goal che, praticamente, scrive la parole “fine” sull’esito del primo tempo.

Si passa quindi alla seconda serie degli shoot out ed anche in questo caso, gli Zeviani hanno la meglio sugli ospiti portandosi quindi in vantaggio per 2 a 0 nel computo totale della gara.

Parte quindi il secondo tempo, e come già successo nel primo, gli esordienti costringono i loro avversari sulla difensiva, ma stavolta, la difesa ospite regge meglio. Infatti, bisogna aspettare la metà del tempo, quando un nostro centrocampista, con un gran numero, salta due avversari e consegna ad un suo compagno il più facile dei palloni da spingere in porta.

La reazione degli ospiti è sterile ed il nostro portiere praticamente non corre mai nessun pericolo, ed anche il secondo tempo si chiude con la vittoria dei nostri ragazzi e di conseguenza con quella complessiva dell’incontro.

La vittoria della gara con un tempo di anticipo,  da parte dei padroni di casa, comporta loro un quasi fisiologico calo di concentrazione nell’ultima frazione di gioco.

Della cosa, ovviamente, ne approfittano gli avversari che, a meta del tempo, grazie ad un calcio di punizione dal limite dell’area, riescono a portarsi in vantaggio.

Vi è comunque una buona reazione da parte nostra ed a pochi minuti dalla fine, anche l’occasione di pareggiare il tempo grazie ad un calcio di rigore conquistato per l’atterramento in area di un nostro centrocampista.

Sul dischetto si presenta uno dei nostri difensori centrali che, lascia partire un tiro rasoterra che spiazza il portiere avversario, ma che non centra lo specchio della porta, e si spegne a fondo campo dopo aver “scheggiato” il palo; il terzo tempo, viene quindi vinto dall’Audace.

Finisce così la gara con la vittoria dei nostri ragazzi, figlia soprattutto della giusta concentrazione e cattiveria agonistica, con cui sono subito scesi in campo.

Sempre Avanti…e Forza Zevio !!!

Stefano Leucci