Category Archives: Esordienti secondo anno

Esordienti 2005…l’epilogo piu bello…

Zevio 31 maggio 2018, finale “Devius Cup”.-

Finisce come meglio non si poteva la stagione  2017-2018 per gli Esordienti 2005 e cioè con la vittoria del torneo a loro riservato, organizzato dall’A.C.Zevio nel mese di maggio, presso gli impianti di casa.

Facendo un breve riepilogo del predetto torneo, i nostri ragazzi, hanno giocato quattro partite vincendole tutte, battendo nell’ordine il Montorio ed il Colognola ai Colli nelle qualificazioni, il Concordia in semifinale e l’Audace in finale.

All’ultimo atto del torneo, ha assistito un numeroso pubblico, composto non solo da genitori e parenti dei nostri ragazzi, ma anche da loro compagne e compagni di scuola, nonché da tante altre amiche ed amici Zeviani, cosa che ha conseguentemente reso la loro felicità ancora più grande.

Ma aldilà della bella soddisfazione di giovedì sera, è arrivato il momento del bilancio finale dell’intera stagione per quanto riguarda gli Esordienti Secondo anno dell’A.C. Zevio, bilancio che si può, senza peccare di presunzione, ritenere ampiamente positivo.

Ad inizio stagione, è giunta la novità Federale, che il loro campionato, avrebbe avuto classifica ufficiale, rendendo quindi ibrida, la loro inquadratura come “Scuola calcio”.

Quelli sotto elencati, sono i risultati sportivi conseguiti dai bianconeri.

Vinto il girone invernale ” a 9 ” composto da dodici squadre, superato il girone di qualificazione nel “Città di Verona” con relativo approdo agli ottavi di finale, prima annata a centrare tale obiettivo nella storia dell’A.C. Zevio.

Secondi nel girone primaverile ” a 9 ” entrando di conseguenza a far parte delle dodici migliori squadre della provincia, eliminati dal Chievo Verona nel triangolare che dava l’accesso alle finali, dopo aver battuto il Concordia.

Quarti classificati nello storico torneo “Gaiardoni” di Verona, ove si è aggiunta anche la soddisfazione che come “Miglior Giocatore della categoria Esordienti” è stato scelto e premiato uno dei nostri ragazzi.

Ed infine, come già scritto, la vittoria della seconda edizione della  “Devius Cup”.

Ma aldilà dei numeri e dei risultati sopra elencati, la cosa più importante è stata la crescita avuta dai ragazzi sotto vari punti di vista, non solo quello prettamente tecnico che pure, senza ombra di dubbio, c’è stato. La loro più grande maturazione è probabilmente avvenuta dal punto di vista comportamentale; seri ed impegnati in ogni allenamento, concentrati nelle partite, ove e lo “spirito di squadra”, si è veramente esaltato, riuscendo spesso a sopperire alle carenze numeriche d’organico, soprattutto nella gare ad “11”, con una generosità  veramente encomiabile. Inoltre va sottolineato anche  il reciproco rispetto avuto tra di loro sia nello spogliatoio che in campo, senza che nessuno avesse  mai avuto comportamenti “sopra le righe” o poco rispettosi di compagni ed avversari.

Un grazie “particolare” va ovviamente a chi li ha allenati ed ha saputo intelligentemente guidarli nel percorso descritto, dimostrando indubbie e “superiori alla media” qualità tecniche ed umane.

Un altro grazie va al Direttore del Settore Giovanile, sempre vicino e di aiuto all’annata nei momenti di bisogno, che durante la stagione ci sono “fisiologicamente” stati.

Ed infine un altro doveroso grazie, va a tutti i genitori per l’aiuto “diretto” fornito nel trasporto dei ragazzi per le partite, soprattutto quelle infrasettimanali, per l’organizzazione di “merende”- “terzi tempi” , e per l’aiuto “indiretto” dato tramite l’educazione impartita ai loro figli, grazie alle quale il compito di chi quest’anno li ha seguiti, è stato enormemente facilitato, grazie ancora.

Sicuro che chi l’anno prossimo “erediterà” la nostra squadra saprà sfruttare le solide fondamenta costruite in questa stagione, con un po’ di malinconia… mitigata da tanta soddisfazione …ancora una volta…l’ultima per quest’anno….Forza Ragazzi e Forza Zevio !!!

Arrivederci a tutti all’anno prossimo…

Stefano Leucci

 

 

La finalina si decide solo ai calci di rigore

Verona 26 maggio 2018 ore 19.00 Finale per il 3^ e 4^ posto.

A.C.Zevio 1925-Noi La Sorgente 0-0 3-4 dopo il calci di rigore.

A.C.Zevio 1925-A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Crivelli, 14) Caliari  15) Guarise. All. Benini

ASD Noi La Sorgente:- 1) Rossi, 2) Asenoguan, 3) Sainati, 4) Sandonini, 5) Perbellini, 6) Taddei, 7) Baltieri, 8) Darra, 9) Scarsetto, 10) Togni, 12) Petito, 13) Qiu Jun Bau., 14) El Alami, 16) Genesis Gonzales, 17) Qiu Jun Hao. All. Darra

La vittoria della finalina tra Zevio e Noi La Sorgente, ha avuto bisogno dell’appendice dei calci di rigore per essere assegnata, dopo che i due tempi regolamentari  si erano chiusi a reti bianche.

Ad aver la meglio dagli 11 metri, sono stati i ragazzi del Noi La sorgente, che hanno sbagliato un solo tiro su cinque, contro i due sbagliati dai nostri ragazzi.

La partita era stata molto equilibrata ed il risultato di parità, la logica conseguenza, con qualche occasione da goal da una parte e dall’altra.

Nel primo tempo da ricordare tre interventi decisivi del portiere bianconero ed almeno altre e tante occasioni per gli Zeviani fallite veramente di poco.

Nel secondo tempo invece vi è stata una sola squadra in campo e cioè quella bianconera, decisa a portare a casa il terzo posto, ma nonostante due tre occasioni da goal tra cui una traversa interna colpita su calcio di punizione da un suo centrocampista, il risultato è rimasto di parità.

Si è quindi passati ai calci di rigore, ove come già detto, i nostri avversari si sono dimostrati più bravi e freddi ed hanno così portato a casa la vittoria, conquistando il terzo posto nel torneo.

Al termine della gara tutti i ragazzi sono rimasti presso l’impianto sportivo di San Michele ed hanno assistito alla finale per il 1^ e 2^ posto tra Caldiero ed Intrepida, gara conclusasi sull’1-1 e che ha poi visto la vittoria meritata dell’Intrepida, anche in questo caso ai calci di rigore.

Si è passati quindi alla premiazione finale, ove per l’A.C. Zevio vi è stata anche la soddisfazione che come migliore calciatore del torneo, è stato premiato un suo centrocampista.

E’ doveroso far presente che le indiscusse qualità del premiato, sono state esaltate dall’impegno e dall’organizzazione di gioco che tutti i suoi compagni, nessuno escluso, hanno saputo mettere in campo, grazie alla bravura di chi quest’anno li ha allenati.

Non bisogna mai dimenticare che negli sport di squadra, il singolo può essere esaltato dal collettivo…ma senza il collettivo anche i meriti e la bravura del singolo fanno fatica ad emergere.

Bravi..Bravissimi veramente tutti… forza Ragazzi e Forza Zevio !!!

Stefano Leucci

Devius Cup risultati della prima giornata

Zevio 11 maggio 2018 stadio Comunale “Leo Todeschini”.-

Girone “A” Audace – Concordia 1-1 (0-0) ;

Girone “B” Montorio – Colognola Ai Colli 0-0.-

A testa alta

Verona 12 maggio 2018, fasi finali “Esordienti a 9”, triangolare Chievo Verona-Concordia-A.C.Zevio 1925.-

Formazioni:-

A.S.D. P.G.S. Concordia:- 1) Sabau, 2) Banfi, 3) Bortolazzi, 4) Giancontieri, 5) Gozzani, 6) Hoti, 7) Gragnato, 8) Gabuoo F., 9) Castellani, 10) Gaburro A., 11) Zanini, 13) Zoppi, 15) Sonato, 16) Rodriguez, 17) Ruocco. All. Rossi.-

A.C. Chievo Verona:- 1) Leder, 2) Mazzucchi, 3) Acka, 4) Bonadiman, 5) Bertagnolli, 6) Bottazzi, 7) Domini, 8) Morati, 9) Dal Degan, 10) Rao, 11) Sanseverino, 12) Ficeli, 13) Vantini, 14) Zanazzi, 15) Alberini, 16) Vaccari, 17) Fiandaca, 18) Mancini, 19) Sartori, 20) Tejada. All.Napoletani.-

A.C. Zevio 1925:- 12) Bortolazzi, 2) llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Pala, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 13) Crivelli, 14) Marconcini, 15) Caliari, 19) Guarise. All. Benini.-

In un pomeriggio praticamente estivo, sotto un sole cocente, presso gli impianti sportivi dell’ASD PGS Concordia, si conclude il cammino dei nostri esordienti a 9, al termine di un triangolare che li ha visti opposti ai padroni di casa ed al Chievo Verona.

Hanno dato via agli incontri il Chievo ed il Concordia, partita equilibratissima, in cui gli unici goal sono arrivati dagli shoot out, vinti dalla squadra della Diga, mentre tutti e tre i tempi di gioco si sono conclusi a reti bianche.

La seconda partita, ha visto scendere in campo lo Zevio, contro la squadra che aveva perso il primo incontro e cioè il Concordia.

Gli shoot out sono stati vinti dai nostri avversari, mentre i tre  tempi dai nostri esordienti,  tutti per 1 a 0, ed è andata quindi ai bianconeri, la vittoria complessiva dell’incontro.

Nel terzo, conclusivo e decisivo incontro, quello tra il Chievo e lo Zevio, gli shoot out ed il primo tempo sono stati vinti dai nostri avversari, mentre gli altri due tempi sono finiti entrambi in parità, decretando di conseguenza la vittoria sia dell’incontro che del triangolare a favore dei Clivensi.

Complessivamente un bel pomeriggio di calcio, anche se la formula scelta dalla Federazione per lo svolgimento del triangolare,  probabilmente sarebbe da rivedere, in quanto far giocare due partite consecutivamente a due squadre, in questo caso è toccato a Concordia e Zevio, ed invece permettere ad una squadra di giocare una partita, riposarsi per un’ora e poi giocare la seconda, è sicuramente penalizzante per chi appunto deve giocare due partite senza fermarsi, il tutto peggiorato, come già detto, dal caldo incombente.

Nello specifico poi, a riposare per un’ora è stata la squadra del Chievo, che, come se non bastasse, aveva anche il vantaggio dei numeri, avendo portato per le due partite ben 20 ragazzi, per quanto tutti del 2006, a differenza del Concordia, che aveva  15 ragazzi tutti del 2005 e dello Zevio che ne aveva anch’esso 15, di cui 13 del 2005 e 2 del 2006.

L’esito finale non poteva quindi essere diverso, senza nulla togliere ai meriti ed alla bravura dei ragazzi del Chievo, ma sicuramente una formula che avesse dato la possibilità alle tre squadre di affrontarsi almeno con le stesse “energie iniziali”, sarebbe stata sicuramente più apprezzata dai protagonisti sul terreno di gioco.

Ma aldilà dell’esito del triangolare finale, un grandissimo ringraziamento va in primis a tutti i nostri ragazzi ed  alla loro Mister per i risultati raggiunti nel campionato “Esordienti a 9”, ma anche a chi della Società è stato loro veramente e concretamente vicino, sempre pronto ad aiutarli…uniti…tutto viene meglio. Grazie di tutto….

Forza Ragazzi …e Forza Zevio …sempre e comunque.-

Stefano Leucci

Vittoria & Semifinale !!!

Verona 7 maggio 2018 ore 19.00

Colognola Ai Colli-A.C. Zevio 1925    1-2 (1-2)

Formazioni:-

Colognola Ai Colli:- 1) Campi, 2) Avogaro, 3) Fantini, 4) Ferro, 5) Filippozzi, 6) Mastella, 7) Anselmi, 8) Corradini, 9) Rossi, 10) Zucchetti, 11) Rossetti, 12) Stizzoli, 13) Cherubini, 14) Chierigato, 15) Galuppo, 16) Rancan, 17) Albi, 18) Zanini. All.Pampolini

A.C.Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Crivelli, 14) Caliari, 19) Guarise. All.Benini

Dopo le prime tre gare del “Gairdoni” terminate tutte in parità, la
prima vittoria ottenuta ieri sera ai danni del Colognola Ai Colli,
regala ai nostri esordienti 2005, anche la soddisfazione del
raggiungimento della semifinale nel predetto torneo, a spese prorpio
degli ultimi avversari affrontati.
Partita che non lasciava alcun altro risultato a disposizione dei
nostri ragazzi se non la vittoria, che per poter permettere loro il
passaggio del turno, doveva anche coincidere con un mancato successo
dell’Audace contro l’Intrepida, sfida che si sarebbe svolta subito dopo,

e fortunatamente terminata 1-0 a favore dell’Intrepida.
La gara si è messa subito bene per i nostri ragazzi che al primo
minuto di gioco, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, scaturito da
una conclusione del nostro esterno destro, respinta dal portiere
avversario, sono riusciti a sbloccare il risultato grazie ad un
preciso colpo di testa di uno dei due attaccanti.
Pronta la reazione del Colognola ma non particolarmente pericolosa.
Verso la metà del tempo, su un calcio di punizione da circa 25 metri
dalla nostra porta, un difensore avversario, lascia partire un tiro
che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Ma la gioia dei nostri
avversari per il pareggio ottenuto dura veramente poco e dopo un paio
di minuti, un nostro centrocampista salta il suo diretto avversario e
lascia partire dal limite dell’area avversaria un tiro secco che non da
scampo al portiere del Colognola e si insacca nell’angolo basso alla sua destra.
Il primo tempo si chiude sul risultato di 2-1 per i bianconeri.
Nel secondo tempo, i nostri avversari, ai quali in virtù dei loro sei
punti in classifica il risultato di pareggio avrebbe consentito
matematicamente il passaggio del turno, attaccano ma senza mai creare
grossi pericoli per la nostro porta, grazie all’ottima prova di tutta la

difesa ed in particolare dell’esterno destro basso, che praticamente non ha

sbagliato un solo intervento.
Da ricordare solo un calcio di punizione dal limite ben parato in tuffo
dal nostro estremo difensore.
I nostri ragazzi invece, sfiorano il terzo goal in più occasioni,
con delle rapide ripartenze.
Al triplice fischio dell’arbitro esplode la gioia degli esordienti
della loro Mister e di tutto lo staff, per la soddisfazione di
un’altro bel risultato raggiunto nella stagione in corso, dopo la
vittoria del girone invernale a 9, il superamento del girone nel
torneo “Città di Verona”, il secondo posto nel girone primaverile a 9
che certifica gli esordienti dell’A.C. Zevio tra le prime 12 squadre
della provincia e che da loro la possibilità di giocare
uno dei quattro triangolari finali.
Potrà sembrare ripetitivo, ma davanti a tutte le soddisfazioni che ci
hanno regalato, nonostante il numero ridotto di ragazzi, accentuato
dalle fisiologiche assenze per malattie di stagione ed altro, e
nonostante altre componenti che per tutta la stagione sembravano remare sempre contro,
bisogna dire loro solo BRAVI, anzi BRAVISSIMI e grazie ancora.

Pronti per gli impegni conclusivi, come sempre Forza Ragazzi e Forza Zevio !!!

Stefano Leucci

Ancora un pari al Gaiardoni

Verona 23 aprile 2018 ore 20.00

A.C. Zevio 1925 – A.S.D. Audace Calcio 1-1 (0-1)

A.C. Zevio:-1) Saorin, 2) Llusha, 4) Carli, 5) Corrà, 6) Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Crivelli, 14) Caliari, 19) Guarise. All.Benini

Audace Calcio:-1) Senadeerage, 2) Lipomani, 3) Melegrito, 4) Ballini, 5) Zandonà, 6) Pighi, 7) Cacciatori, 8) Gil Xavier, 9) Ramascanu, 10) Tartali, 11) Carcagni, 12) Spinagri, 13) Polacco, 14) Corradi, 15) Residori, 16) Ouasfi, 17) Pasti. All.Corradi

Niente da fare, nel “Gaiardoni” la vittoria sfugge anche questa volta,
terza partita…e terzo pareggio.
Stavolta, la posta in palio è stata divisa con i ragazzi dell’Audace,
bravi a portarsi in vantaggio dopo neanche un minuto di gioco, grazie
ad un’azione prepotente del suo centravanti, che ha superato in
velocità la  linea difensiva ed ha battuto il nostro portiere con un tiro in
diagonale molto potente. I nostri avversari, sono
poi stati molto bravi ed in alcune circostanze anche un pò fortunati,
a resistere  agli attacchi bianconeri, durante entrambe le frazioni di
gioco. In particolare nel primo tempo, si sono contate almeno tre occasioni
da goal non concretizzate a due metri dalla porta avversaria ed un quarta che
aveva ormai fatto gridare tutti alla rete.
Lancio dal centrocampo sulla corsa dell’esterno destro che brucia in
velocità la difesa dell’Audace, si presenta da solo davanti al loro
portiere, lo salta e calcia verso la porta vuota, ma con
un intervento prodigioso in scivolata, un difensore riesce a salvare
sulla linea di porta.
Nel secondo tempo il copione non cambia,  gli Zeviani continuano ad
attaccare e verso la metà della frazione di gioco, l’arbitro concede
loro un calcio di rigore per fallo di mani in area  di un difensore
dell’Audace.
Sul dischetto si presenta un nostro centrocampista, che con molta
freddezza lascia partire un tiro dal basso verso l’alto alla sinistra
del portiere avversario, che si insacca quasi all’incrocio dei pali.
Nei minuti restanti, i nostri esordienti, arrivano ancora un paio di volte vicini
al goal ma il portiere avversario è bravo in entrambe le occasioni.
Con il pareggio contro l’Audace, le possibilità di qualificarsi per le
semifinali del torneo, sono veramente ridotte al lumicino, solo una
vittoria contro l’ultimo avversario rimasto da affrontare, il
Colognola Ai Colli, ed  una serie di incastri di risultati nelle
restanti partite del girone, potrebbe dare agli esordienti la
possibilità di continuare nel “Gaiardoni”.
Nonostante tutto, …come sempre Forza ragazzi e Forza Zevio !!!

Stefano Leucci

 

 

 

 

 

Cala il sipario sul “Città di Verona”

Verona 18 aprile 2018 ore 18.00 gara di ritorno degli ottavi di finale del
“Città di Verona”
A.S.D. Concordia PGS-A.C. Zevio 1925 3-1 (1-0) (0-0) (2-1)
Formazioni:-
A.S.D. Concordia PGS:- 1) Sabau, 2)Banfi, 4) Giancontieri, 6) Hoti, 7) Gragnato, 8) Gaburro F. 9) Castellani, 10) Gaburro A., 11) Zanini, 13) Zoppi, 14) Romano, 16) Rodriguez, 17) Ruocco, 18) Mazzola. All. Rossi

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6)Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Crivelli, 19) Guarise. All. Benini

Dopo la sconfitta al Leo Todeschini di una settimana fa, i nostri
esordienti non riescono a ribaltare il risultato e termina contro il
Concordia PGS il loro percorso nel “Città di Verona”.
In un pomeriggio quasi afoso, su un terreno di gioco per nulla perfetto,
Concordia e Zevio danno vita ad una partita, il cui esito rimane in
bilico sino agli ultimi minuti di gioco.
Ai nostri ragazzi, serviva una vittoria con almeno un goal di scarto per
potersi giocare il superamento del turno ai calci di rigore ed a
pochi minuti dalla fine del terzo tempo il risultato era ancorato
sull’1-1.
Il Concordia, era riuscito a portarsi in vantaggio sul finire del
primo tempo, grazie ad una disattenzione della nostra difesa, che
aveva lasciato un attaccante avversario da solo in area, il quale, a sua volta
aveva facilmente battuto il portiere Zeviano.
Il vantaggio dei padroni di casa nel primo tempo, era stato comunque
meritato, visto che avevano attaccato con continuità ed in generale si
erano fatti nettamente preferire sotto tutti i punti di vista.
Nel secondo tempo, la partita era iniziata a cambiare ed i nostri
esordienti,  riuscivano a chiudere nella loro metà campo gli
avversari, ma non creavano grosse occasioni per raggiungere il
pareggio.
Il terzo tempo invece, vedeva i bianconeri proiettarsi in modo deciso
all’attacco ed alla prima azione, l’esterno destro riusciva a liberarsi
del suo marcatore e crossava al centro dell’area un pallone
invitantissimo, sul quale l’attaccante centrale non arrivava per
questione di centimetri.
Dopo pochi istanti, un nostro centrocampista intercettava un rinvio
corto del portiere del Concordia, passava il pallone all’esterno
destro il quale entrava in area e con un tiro secco, realizzava il
goal del pareggio.
A quel punto gli Zeviani intensificavano ancora di più gli attacchi,
ma i ragazzi del Concordia si difendevano con ordine e ripartivano
sempre in modo pericolosissimo.
Durante una di queste ripartenze, a pochi minuti dalla fine, i padroni
di casa si guadagnavano un calcio d’angolo, sullo sviluppo del quale,
nasceva un mischia in area, che veniva risolta in goal con un colpo
di testa, da un’attaccante del Concordia.
A tempo ormai scaduto, da una punizione dal limite dell’area, un
centrocampista dei padroni di casa, con un gran bel tiro, trovava il
terzo goal che sanciva definitivamente la fine dell’incontro e con
esso le speranze dei nostri esordienti di raggiungere i quarti del
Città di Verona.
Concludendo, bisogna riconoscere che il turno è stato superato dalla
squadra che ha meritato di più nel doppio confronto e fare i doverosi
complimenti ai ragazzi del Concordia ed a tutto il suo staff tecnico.
Ma altrettanti complimenti, vanno comunque fatti ai nostri “2005” ed
alla loro Mister, per essere comunque entrati nella storia
dell’A.C.Zevio 1925, come prima annata ad essere riuscita ad arrivare
tra le prime sedici squadre del “Città di Verona”…complimenti a tutti
e grazie ancora.
A testa più alta del solito…come sempre… Forza Zevio !!!

Stefano Leucci