Verona 18 aprile 2018 ore 18.00 gara di ritorno degli ottavi di finale del
“Città di Verona”
A.S.D. Concordia PGS-A.C. Zevio 1925 3-1 (1-0) (0-0) (2-1)
Formazioni:-
A.S.D. Concordia PGS:- 1) Sabau, 2)Banfi, 4) Giancontieri, 6) Hoti, 7) Gragnato, 8) Gaburro F. 9) Castellani, 10) Gaburro A., 11) Zanini, 13) Zoppi, 14) Romano, 16) Rodriguez, 17) Ruocco, 18) Mazzola. All. Rossi

A.C. Zevio 1925:- 1) Saorin, 2) Llusha, 3) Benetti, 4) Carli, 5) Corrà, 6)Meneghelli, 7) La Rosa, 8) Lenghel, 9) Bersan, 10) Leucci, 11) Marcantoni, 12) Bortolazzi, 13) Crivelli, 19) Guarise. All. Benini

Dopo la sconfitta al Leo Todeschini di una settimana fa, i nostri
esordienti non riescono a ribaltare il risultato e termina contro il
Concordia PGS il loro percorso nel “Città di Verona”.
In un pomeriggio quasi afoso, su un terreno di gioco per nulla perfetto,
Concordia e Zevio danno vita ad una partita, il cui esito rimane in
bilico sino agli ultimi minuti di gioco.
Ai nostri ragazzi, serviva una vittoria con almeno un goal di scarto per
potersi giocare il superamento del turno ai calci di rigore ed a
pochi minuti dalla fine del terzo tempo il risultato era ancorato
sull’1-1.
Il Concordia, era riuscito a portarsi in vantaggio sul finire del
primo tempo, grazie ad una disattenzione della nostra difesa, che
aveva lasciato un attaccante avversario da solo in area, il quale, a sua volta
aveva facilmente battuto il portiere Zeviano.
Il vantaggio dei padroni di casa nel primo tempo, era stato comunque
meritato, visto che avevano attaccato con continuità ed in generale si
erano fatti nettamente preferire sotto tutti i punti di vista.
Nel secondo tempo, la partita era iniziata a cambiare ed i nostri
esordienti,  riuscivano a chiudere nella loro metà campo gli
avversari, ma non creavano grosse occasioni per raggiungere il
pareggio.
Il terzo tempo invece, vedeva i bianconeri proiettarsi in modo deciso
all’attacco ed alla prima azione, l’esterno destro riusciva a liberarsi
del suo marcatore e crossava al centro dell’area un pallone
invitantissimo, sul quale l’attaccante centrale non arrivava per
questione di centimetri.
Dopo pochi istanti, un nostro centrocampista intercettava un rinvio
corto del portiere del Concordia, passava il pallone all’esterno
destro il quale entrava in area e con un tiro secco, realizzava il
goal del pareggio.
A quel punto gli Zeviani intensificavano ancora di più gli attacchi,
ma i ragazzi del Concordia si difendevano con ordine e ripartivano
sempre in modo pericolosissimo.
Durante una di queste ripartenze, a pochi minuti dalla fine, i padroni
di casa si guadagnavano un calcio d’angolo, sullo sviluppo del quale,
nasceva un mischia in area, che veniva risolta in goal con un colpo
di testa, da un’attaccante del Concordia.
A tempo ormai scaduto, da una punizione dal limite dell’area, un
centrocampista dei padroni di casa, con un gran bel tiro, trovava il
terzo goal che sanciva definitivamente la fine dell’incontro e con
esso le speranze dei nostri esordienti di raggiungere i quarti del
Città di Verona.
Concludendo, bisogna riconoscere che il turno è stato superato dalla
squadra che ha meritato di più nel doppio confronto e fare i doverosi
complimenti ai ragazzi del Concordia ed a tutto il suo staff tecnico.
Ma altrettanti complimenti, vanno comunque fatti ai nostri “2005” ed
alla loro Mister, per essere comunque entrati nella storia
dell’A.C.Zevio 1925, come prima annata ad essere riuscita ad arrivare
tra le prime sedici squadre del “Città di Verona”…complimenti a tutti
e grazie ancora.
A testa più alta del solito…come sempre… Forza Zevio !!!

Stefano Leucci