Isola della Scala domenica 11 febbraio 2018 ore 10.30.-

Scaligera-Zevio (3-0) 4-3
Marcatori: Schenato (S) Akouete (S) Akouete (S) Laaraiche (Z) Akouete
(S) Bersan (Z) Laaraiche

Scaligera;- 1) Cucereanu, 2) Borelli, 3)Faccioni, 4) Zanca, 5)Diaspro,
6) Rancan, 7) Prendin, 8) Ekogiawe, 9) Perina, 10) Schenato, 11)
Akouete, 12) Rizzi, 13) Chiavegato, 14) Pachera, 15) Brutti, 16)
Sabaini, 17) Taietti, 18) Tegani. All.Taccini

Zevio 1925:- 1) Bortolazzi, 2) Salarolo, 3) Paolella, 4) Rossi, 5)
Vesentini, 6) Bazzoni, 7) Zorzella, 8) Piccoli, 9) Cipriani, 10)
Merra, 11) De Grandi, 12) Friso, 13) Laaraich, 15) Uche, 16) Papini,
17) Leucci, 18) Bersan. All.Vesentini

La trasferta dei nostri giovanissimi ad Isola della Scala, non si potrà
certo ricordare come una delle più “fortunate”. Infatti, dopo circa
due minuti dall’inizio dell’incontro, i nostri avversari, sfruttando
un calcio di punizione indiretto, concesso dall’arbitro dal vertice
sinistro della nostra area, si portavano in vantaggio con una bella
conclusione a fil di palo da parte di Schenato. Quasi storditi dal gol
subito, i bianconeri, non riuscivano ad abbozzare la minima reazione e
si arroccavano nella loro metà campo cercando di limitare i danni e le
continue azioni d’attacco della Scaligera. Dopo un paio di ottimi
interventi di Bortolazzi però, come logica conseguenza della
pressione dei giallorossi, intorno alla metà del tempo, Akouete,
riusciva a sfuggire alla guardia della nostra difesa, si presentava
da solo davanti al nostro portiere e firmava il raddoppio.
Passavano quindi un paio di minuti ed il nostro estremo difensore,
dopo una bella parata a terra, si infortunava alla spalla sinistra ed
era costretto a lasciare il campo. Usciva quindi Bortolazzi ed al suo
posto subentrava Friso, il quale, non aveva neanche il tempo di
riscaldarsi che veniva battuto ancora una volta da Akouete che
realizzava così il terzo gol della Scaligera.
Il primo tempo si chiudeva quindi con il parziale di 3 a 0 per i
nostri avversari.
Iniziava il secondo tempo ed i ragazzi in bianconero, grazie
anche all’ingresso in campo di “forze fresche”, sembravano
completamente trasformati ed iniziavano ad attaccare con sempre
maggiore convinzione ed a realizzare con Laaraich il gol del 3 a 1.
Galvanizzati dall’essere riusciti a ridurre lo svantaggio, i
bianconeri continuavano ad attaccare ed a creare occasioni da gol che
però un pò per la bravura del portiere avversario, un pò per sfortuna, non
si concretizzavano.
A peggiorare la situazione, a causa di una distrazione della nostra
difesa, a metà del tempo, arrivava il quarto gol della Scaligera,
firmato ancora una volta da Akouete, che sembrava scrivere  la parola
fine sull’esito dell’incontro.
Ma i nostri ragazzi, trovavano nuovamente la forza di reagire e grazie
ad un bel tiro in diagonale di Bersan, realizzavano il gol del 4-2.
A quel punto per i bianconeri, si riapriva la speranza di realizzare
la clamorosa rimonta e le azioni d’attacco, continuavano a susseguirsi
ed arrivava quindi anche il gol del 4-3, realizzato ancora da Laaraich
che, dopo un tiro da distanza ravvicinata De Grandi, respinto ma non
trattenuto dal portiere di casa, depositava in rete nella porta vuota.
Gli ultimi minuti della gara, conseguentemente, vedevano un vero e
proprio assedio degli Zeviani alla porta difesa da Cucereanu, ma il
meritato gol del pareggio non giungeva. Nonostante la sconfitta, la
bella reazione avuta nel secondo tempo permetteva però ai bianconeri
di uscire a testa alta dal terreno di gioco.
Concludendo, resta fondamentalmente il rammarico per l’approccio
sbagliato alla gara e quindi al primo tempo completamente “regalato”
alla Scaligera.
Una particolare nota di merito, va ascritta al nostro difensore
centrale Vesentini, autore di un primo tempo “sontuoso”, in cui è
stato autore di innumerevoli chiusure sugli attaccanti avversari che,
giungevano nei pressi della nostra area senza alcun filtro da parte
dei  centrocampisti.

Stefano Leucci